Addio Netflix, l’ultimo aggiornamento è devastante: cosa succede

Addio Netflix, l’ultimo aggiornamento è devastante: cosa succede.

Il futuro di Netflix è a rischio? Milioni di utenti nel mondo hanno scelto di non rinnovare l’abbonamento alla piattaforma di distribuzione di serie televisive e altri contenuti d’intrattenimento a pagamento. Le ultime stime parlano infatti di un drastico calo degli abbonamenti. E a fine anno potrebbe arrivare la mazzata definitiva.

Netflix - www.cilentolive.com
Tutti gli abbonati in fuga. Addio di massa a Netflix (wikipedia) – www.cilentolive.com

Fino all’anno scorso pareva che tutti, prima o poi, sarebbero migrati dalla tv tradizionale ai nuovi contenuti in streaming. In poco più di sette anni, Netflix era riuscita a rivoluzionare il mercato dell’intrattenimento televisivo, grazie alle sue produzioni ad hoc e ai contenuti di alta qualità. Ha influito di certo anche la pandemia, che ha fatto conoscere alla società californiana (nata come azienda per il noleggio di DVD e Videogiochi) un boom di abbonati. Si era arrivati a più di duecento milioni di telespettatori… Ma ora sembra che tutto sia finito: è cominciata la fuga da Netflix.

La grande N rossa svanirà dalle nostre vite così come in passato sono scomparsi Tele+, MySpace, Napster, MSN, eccetera? La borsa di NASDAQ non crede più in Netflix, e infatti l’azienda sta perdendo ogni giorno da una settimana dai due ai quattro punti percentuali. La crisi è percepita anche dagli utenti. Perché? Perché l’offerta non è più competitiva rispetto ai nuovi avversari (Disney+, Amazon Prime, HBO Max, Paramount+…). E perché in molti Paesi del mondo la piattaforma è addirittura oscurata (Russia, Cina e Corea del Nord).

Fuga da Netflix: perché gli abbondati stanno dicendo addio alla piattaforma

Il trend negativo sembra inarrestabile. Ma non è detta l’ultima parola. Finora, cioè da inizio anno circa 1,2 milioni di utenti avrebbero già scelto di disdire l’abbonamento. E pare che la cifra, entro fine anno, dovrebbe raggiungere la quota di 1,5 milioni. Mancano le serie in grado di conquistare il pubblico. E dopo la pandemia ci sia aspettava una disdetta generalizzata delle sottoscrizioni.

Stranger Things - www.cilentolive.com
La serie tv dei fratelli Duffer su Netflix: uno dei cult della piattaforma (captured) – www.cilentolive.com

I dirigenti della società hanno fatto sapere che le loro stime paventavano addirittura due milioni di utenti in meno. Quindi si dicono mediamente soddisfatti. Se Amazon investe producendo serie dai costi record come Il Signore degli Anelli, Netflix gioca in difesa e non si espone, per paura di un crollo. Il rallentamento è cominciato già nel 2021, e il ritorno dell’idea di inserire le pubblicità non gioca a favore della società di Los Gatos.

Si pensa comunque che i ricavi delle pubblicità non potranno salvare la situazione, dato che sono parecchio inferiori rispetto a quelli dei concorrenti. Uno su tutti, Disney +. Si stima che su duecento milioni di abbonati almeno cento milioni accetteranno la pubblicità per pagare un terzo dell’abbonamento. E l’altra metà del pubblico potrebbe gradualmente abbandonare la piattaforma.