Raffaella Carrà, il grande omaggio all’artista più amata: “Disponibili dal prossimo anno”

Ad un anno dalla sua scomparsa l’Italia celebra Raffaella Carrà, ma le celebrazioni vanno anche oltre i confini nazionali.

La televisione italiana non è più la stessa dopo la scomparsa di Raffaella Carrà. Lo scorso anno la showgirl è scomparsa lasciando un vuoto incolmabile nel cuore del suo pubblico. Nelle ultime ore si è diffusa la notizia di una bella iniziativa volta a celebrare la star del piccolo schermo.

Il conduttore radiofonico Fabio Canino ha infatti preannunciato che l’Italia renderà ancora omaggio a Raffaella Carrà. Durante il Festival della TV svoltosi a Dogliani Fabio Canino, grande amico dell’indimenticabile showgirl, ha dichiarato che nel 2023 arriverà una moneta commemorativa dedicata all’artista.

Il giudice di Ballando con le Stelle ha dichiarato: “Ebbene, nel 2023 l’Italia dedicherà la moneta da €2 a Raffaella Carrà, personalità rilevante dentro e fuori l’Europa. La più grande e poliedrica artista italiana che purtroppo ci ha lasciati il 5 luglio 2021”.

Raffaella Carrà e il suo iconico volto anche sulle monete

L’Italia celebra Raffaella Carrà. Ad un anno dalla sua morte il paese sta pensando ad una serie di iniziative volte a rendere omaggio ad una delle showgirl più amate dal pubblico. Fabio Canino ha raccontato che nel 2023 arriveranno le monete da due euro commemorative di Raffaella Carrà

Ogni ogni anno i Paesi dell’Eurozona possono decidere di coniare alcune monete commemorative dal valore commerciale di 2 Euro per celebrare eventi storici importanti o alcuni personaggi di spicco della cultura del Paese.

Raffaella Carrà amatissima in Spagna: ecco cosa la commemora a Madrid

Raffaella Carrà è rimasta nel cuore degli italiani e non solo. Dopo la notizia delle monete commemorative che arriveranno nel 2023 le commemorazioni per la showgirl oltrepassano i confini nazionali. La città di Madrid le ha voluto dedicare una piazza.

In merito l’assessore Jorge García Castaño  ha dichiarato: “Raffaella Carrà merita questo e altro. Lei rappresenta un’icona di libertà per molte generazioni. La sua musica ha ispirato più generazioni. È stata una delle prime figure pubbliche a parlare di libertà sessuale ed è un punto di riferimento per la musica e la televisione, un’icona, per Madrid e per la Spagna intera. Dobbiamo omaggiarla al più presto. Merita questo riconoscimento, visto che è sempre stata molto legata a Madrid, città in cui diceva di sentirsi libera e dove si sentiva molto a suo agio a godersi la vita delle sue strade e delle sue piazze”.