Tu sei qui
Home > Agropoli > Basket Viola Reggio Calabria – Basket Agropoli: 81-62

Basket Viola Reggio Calabria – Basket Agropoli: 81-62

Periodi: 1Q 21-16; 2Q 21-17; 3Q 17-18; 4Q 22-11.


Viola Reggio Calabria: Lupusor 10, Caroti 18, Mazic 2, Legion 22, Radic 15, Fabi, Babilodze 5,  Guaccio, Guariglia, Taflaj 2, Marulli, Micevic 7. Coach: Paternoster


Basket Agropoli: Carenza 2, Santolamazza 2, Langford 19, Taylor 20, Turel 17, Romeo 2, Amanti, Lucarelli, Molinaro, Contento, Marra. Coach: Finelli.


Arbitri: Alessandro Perciavalle, Gabriele Gagno e Chiara Maschietto


Basket Agropoli, al PalaPentimele vince Reggio Calabria


La partita del PalaPentimele, che apre il girone di ritorno, sorride alla Viole Reggio Calabria che batte i cilentani per 81-62. Si tratta del quinto stop consecutivo per la squadra di coach Finelli, che avrà ora due gare casalinghe per riscattarsi e risalire la china. La cronaca del match vede il roster reggini partire con il piede sull’acceleratore. Legion, Radic e Caroti segnano subito punti pesanti per Reggio. Per l’Agropoli il primo ad andare a referto è Langford. Accorcia il divario Taylor con Finelli costretto a ricorrere a Santolamazza e Carenza anche se influenzati. La Viola tenta l’allungo, ma Langford e Taylor consentono ai cilentani di restare in scia dei padroni di casa portandosi a -4 (18-14) a 1’43” del primo quarto. Reggio respinge l’attacco con una bomba di Micevic, mentre Taylor segna in elevazione i punti che mandano le due squadre al primo riposo sul 21-16. Ripartenza sprint nel secondo quarto per i delfini che con Romeo e Turel trovano i punti del -2 (25-23). I padroni di casa non si lasciano irretire dai cilentani e provano il nuovo allungo (32-25). Il divario si allarga ulteriormente con la Viola che va sul +12 (37-25). Turel prova a suonare la carica con due triple, inframezzate da quella di Caroti. Il primo tempo va così in archivio sul 42-33. L’inerzia del match non cambia all’inizio del terzo periodo. La reazione dell’Agropoli è affidata a Langford, Taylor e Santolamazza che riportano Agropoli sulla scia di Reggio (49-44). Ancora una volta però la Viola non si lascia recuperare dalla squadra cilentana e va al terzo riposo sul +8 (59-51). Micevic infila all’inizio del terzo periodo i punti del doppio vantaggio. Trova i primi punti Agropoli dopo quattro minuti con la tripla di Taylor. Legion segna il suo ventesimo punto con Turel a rispondere e Caroti ad infilare da 3 il + 14 (70-56). Vantaggio rassicurante per la Viola e delfini che non riescono a recuperare e rientrare in partita. Al suono della sirena finale, infatti, sono i padroni di casa a festeggiare la vittoria.

Dichiarazioni –

Alex Finelli (coach) – “Non è un momento facile perché siamo alla quinta sconfitta consecutiva, per di più abbiamo perso contro una squadra che non aveva due elementi del quintetto base e perso la differenza canestri. Devo ringraziare Santolamazza e Carenza che hanno giocato in condizioni non semplici perché erano entrambi influenzati.  I venti punti di differenza onestamente non rispecchiano l’andamento della partita. Abbiamo avuto delle difficoltà all’inizio, poi abbiamo trovato una  quadratura tra fine secondo quarto e terzo quarto, difendendo in maniera efficace, tanto da arrivare a-4 dai nostri avversari. Alcuni errori in attacco purtroppo, alcune palle perse, le percentuali scadenti nei tiri da tre e dei rimbalzi offensivi persi in maniera sanguinosa ci hanno fatto perdere nuovamente il contatto con Reggio. Ci abbiamo provato, non ho nulla da rimproverare alla squadra per l’impegno e per la convinzione. È mancata la qualità sopratutto in attacco e su questi dovremo lavorare. Ripartiamo da due partite in casa, prima contro Agrigento e poi contro Treviglio, e dalla grande rabbia che abbiamo per queste cinque sconfitte consecutive. Non resta che chiuderci in palestra, lavorare sodo e produrre una partita di maggiore qualità rispetto alle ultime partite”.

Antonio Vuolo
Ufficio stampa Basket Agropoli

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: