Tu sei qui
Home > Agropoli > Basket Agropoli – Orsi Derthona Basket: 82-75

Basket Agropoli – Orsi Derthona Basket: 82-75

Basket Agropoli – Orsi Derthona Basket: 82-75
Periodi: 1Q 13-20; 2Q 20-19; 3Q 19-15; 4Q 30-21.

Basket Agropoli: Santolamazza 9, Taylor 19, Molinaro 5, Carenza 2, Langford 15, Turel 12, Romeo 3, Contento 17, Lucarelli, Ndiaye, Amanti, Silvestri. Coach: Finelli.

Orsi Derthona Basket: Greene 17, Cosey 11, Alviti 11, Garri 6, Mascherpa, Ricci 18, Sanna 6, Reati 2, Conti, Cucci 4. Coach: Cavina.

Arbitri: Bongiorni, Solfanelli, Maschio.

Basket Agropoli, fermata al PalaCilento la capolista Derthona

La storia si ripete al PalaCilento di Torchiara. Il Basket Agropoli, accompagnato dall’incitamento di circa mille sostenitori, doma la capolista Orsi Derthona Basket per 82-75 e sale a quattro punti in classifica. Grande prestazione per i cilentani, allenati da coach Finelli, che hanno messo la freccia del sorpasso nell’ultima frazione e conquistato l’intera posta in palio. I cilentani si presentano con due triple, firmate da Langford e Turel. Gli ospiti, trascinati da Greene e Ricci, raggiungono subito l’Agropoli e firmano il sorpasso. I padroni di casa sbagliano tanto nel primo periodo, mentre Tortona trova con Garri i punti del +7 ed il quarto va in archivio sul 13-20. Nel secondo periodo, partono con il piede sull’acceleratore i delfini e si portano a -1. Langford e Santolamazza dominano ai rimbalzi, Contento firma il nuovo vantaggio di Agropoli, ma gli ospiti rispondono e si riportano avanti (27-29). Nel finale del periodo, Ricci segna due bombe pesanti ed i delfini accorciano con Langford per il 33-39 al riposo lungo. Nel terzo periodo, gli ospiti cercano il nuovo allungo, ma Turel con un tiro dai 6,75 fa sentire ancora una volta la voce grossa a Cosey e compagni. Altra tripla pesante, quella di Langford, che sancisce il 45-45 e fa esplodere il PalaCilento. Tortona dimostra di essere un osso duro ed al terzo riposo si va sul 52-54. All’inizio del quarto periodo, la svolta del match: Santolamazza va a segno dai 6,75 e Langford inserisce la freccia del sorpasso (+7). Greene suona la carica sul versante opposto con un’altra tripla. Non basta. I cilentani, trascinati dal capitano Santolamazza, raggiungono il massimo vantaggio di +10 (70-60). I piemontesi non si arrendono con Alviti, che mette nuovamente paura al pubblico del PalaCilento. I padroni di casa hanno però una marcia in più e gli ospiti sono in bonus di falli. Ne viene fuori una serie di tiri dalla lunetta che consentono ai cilentani di mantenere un vantaggio di +7. L’ultimo scatto d’orgoglio dei piemontesi non basta perché Agropoli non molla un centimetro e conquista la seconda vittoria stagionale.

Dichiarazioni:

Alex Finelli (coach) – “È stata una gara durissima, che ha confermato ancora una volta il grande equilibrio di questo campionato e che bisognerà sudare ogni domenica le sette camicie per conquistare la salvezza. Abbiamo conquistato una vittoria importante, costruita con cuore e sacrificio. Mi è piaciuta la capacità della squadra di di lavorare meglio a rimbalzo, così come è migliorata la tenuta difensiva nell’uno contro uno. Siamo stati bravi sopratutto nella seconda parte di gara, quando siamo cresciuti in difesa e ci siamo sciolti anche in attacco. Faccio i complimenti ai ragazzi per la prestazione, premettendo che dobbiamo continuare a lavorare con grande intensità, umiltà e coesione. Si chiude con questa partita un mini ciclo importante ed ora ci prepariamo al derby contro Scafati, altra partita molto difficile, che però rappresenta un grande spot per la pallacanestro campana”.

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: