Tu sei qui
Home > Agropoli > AGROPOLI RIAPERTO IL PRONTO SOCCORSO ( VIDEO)

AGROPOLI RIAPERTO IL PRONTO SOCCORSO ( VIDEO)

“Era un impegno che avevamo assunto. E’ un altro miracolo che abbiamo fatto e non era facile, in un piano ospedaliero regionale, recuperare l’ospedale di Agropoli. Lo abbiamo fatto non solo perché c’era un impegno assunto ma perché era giusto, in quanto è una realtà che risponde ad un’esigenza vera del territorio”.

Queste le parole del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca all’inaugurazione del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Agropoli.

 

Dopo diversi mesi, infatti, il nosocomio, che era stato disattivato come presidio ospedaliero per effetto del Decreto del Commissario ad Acta n.49/2010, è stata riaperto dalla Regione Campania che ne ha disposto la riattivazione riconfigurandolo come Presidio Ospedaliero in zona particolarmente disagiata.

“A volte riaprire un ospedale chiuso è più difficile che ripartire da zero. Abbiamo dotato la struttura di 20 posti letto, garantiamo assistenza per codici bianchi e verdi, in autunno avremo il primo esperimento di medicina territoriale, davvero una bella giornata per Agropoli e per la sanità campana”.

Con l’approvazione dell’atto aziendale dell’Asl Salerno si è infatti potuto procedere alla riapertura della struttura a conclusione di lavori di adeguamento e ripristino degli spazi e degli impianti effettuati con somma urgenza. Il presidio è dotato di venti posti letto di Medicina Generale e di un Servizio di Pronto Soccorso. In autunno verrà attivata anche la Day Surgery, completando così l’attivazione delle funzioni assistenziali previste per le strutture in zone disagiate.

“Sappiamo che qui come per tutta la fascia costiere esiste un problema legato al periodo primavera estate con il raddoppio della popolazione, era dunque ragionevole insistere perché quello di Agropoli fosse compreso tra gli ospedali in deroga. Un passo in avanti per la dignità di Agropoli e del Cilento”.

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: