Incidente nel Salernitano: 4 morti e 3 feriti

Coinvolti un bus e un’auto,tre i feriti

Quattro morti in un incidente stradale sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza, all’altezza del comune di Buccino, nel Salernitano. Secondo le testimonianze dei primi soccorritori, la tragedia ha coinvolto un piccolo bus “completamente accartocciato” e un’automobile. Il pulmino stava trasportano giovani giocatori di una squadra di pallamano. Soccorsi tre feriti: tra loro è grave un ragazzo minorenne.

Stando ai primi elementi raccolti nei rilievi di vigili del fuoco e polizia stradale, il furgone avrebbe fatto un salto di corsia piombando sull’automobile. Non si conoscono ancora le dinamiche che hanno portato il bus fuori strada.

fonte www.tgcom.mediaset.it

SCONTRO NEL SALERNITANO: 3 FERITI IN CONDIZIONI DISPERATE

Sono ricoverati in condizioni gravissime i tre giovani sopravvissuti al terribile incidente di questa mattina a Buccino, nel salernitano, dove hanno perso la vita 4 persone: un giovane giocatore della squadra under 15 della societa’ di basket Eldo Juvecaserta, suo padre e due dirigenti sella societa’. I feriti, tutti appartenenti alla stessa squadra giovanile della Eldo, sono ricoverati in altrettanti ospedali del salernitano in reparti di rianimazione. Intanto sono stati resi noti i nomi delle vittime. Sono Luigi Mercaldo, di 53 anni, casertano, e suo figlio Paolo di 14 anni. Insieme a loro hanno perso la vita l’allenatore della squadra Gianluca Noia e la dirigente della stessa Emanuela Gallicola. Per estrarli dalle lamiere contorte dell’auto i vigili del fuoco, intervenuti con tre mezzi, hanno dovuto usare divaricatori e cesoie. Tra i feriti il piu’ grave sembra essere quello trasportato all’ospedale di Salerno. In queste ore i sanitari stanno cercando di fare tutto il possibile per salvare la vita’ del 14enne raggiunto intanto nel nosocomio salernitano da tutti i suoi familiari, straziati dal dolore. In coma farmacologico anche il suo compagno di squadra ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Oliveto Citra, anche per lui prognosi riservata e condizioni disperate. Gravissime le condizioni anche del terzo ragazzo, trasferito in eliambulanza nel tardo pomeriggio dall’ospedale di Polla a quello di Vallo della Lucania. Non e’ in pericolo di vita invece il conducente del furgone che ha causato l’incidente invadendo la corsia nord del raccordo. Franco Maiolo, 35enne nativo di Catanzaro ma Residente a Salerno ha riportato solo la frattura del bacino nel terribile scontro frontale.

fonte  www.repubblica.it

INCIDENTE A PULMINO ELDO BASKET, 4 MORTI E TRE FERITI

NAPOLI  – Sono quattro, tra dirigenti e giocatori della formazione under 15 della Eldo Juvecaserta, le vittime dell’incidente stradale avvenuto stamani sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza (Salerno). Tre i feriti, tra cui un ragazzo di 14 anni in gravi condizioni.

Secondo una prima ricostruzione, un furgone che trasporta giornali e che stava procedendo in direzione nord, per cause da accertare, ha saltato la corsia e ha invaso il senso opposto di marcia colpendo il monovolume Ulisse a bordo del quale viaggia lo staff della squadra di basket. Il monovolume stava procedendo in direzione sud, verso Potenza. L’impatto è avvenuto su un tratto rettilineo.

Sono Paolo, 14 anni, il papà Luigi Mercaldo, l’allenatore Gianluca Noia e la dirigente Emanuela Gallicola. E’ quanto rende noto Michele Di Lorenzo, il dirigente responsabile della sezione under 15 della Eldo Juvecaserta che si è recato personalmente sul luogo dello scontro. “E’ una tragedia – dice Di Lorenzo – dodici sono gli atleti che da Caserta sono partiti per Potenza. Doveva essere una giornata di sport ed, invece, è stata una giornata di morte”.

Il ragazzo ferito e in gravi condizioni, dopo aver subito un intervento chirurgico, è stato ricoverato in rianimazione a Salerno. Al giovane è stata asportata la milza, ha lesioni polmonari, fratture al bacino e craniche, tra l’altro. In prognosi riservata anche il conducente del furgone, Franco Maiolo, 35 anni di Catanzaro ma residente a Salerno. Ha riportato una frattura al bacino, agli operatori del 118 ha detto di ricordarsi molto poco e che non è stato lui ad invadere l’altra carreggiata. Ricoverato anche un altro giovane atleta 14enne della Eldo: secondo quanto risulta alla società, è in coma farmacologico ed è ricoverato all’ospedale di Oliveto Citra.

Rinviata a data da stabilire la partita Eldo Caserta-Scavolini Pesaro. Lo hanno deciso Lega e Fip e lo ha reso noto la Lega basket, dopo la richiesta fatta in questo senso dal presidente della Juvecaserta Rosario Caputo. Su tutti i campi della serie A, inoltre, osservato un minuto di raccoglimento.

fonte www.ansa.it

Tragedia stradale di Buccino, domani i funerali delle vittime

Da ieri sera Rosario De Felice – il quattordicenne atleta della Eldo Juve Caserta, il più grave dei feriti dell’incidente di Buccino – ha lasciato il Ruggi ed è stato trasferito presso l’unità spinale dell’Ospedale di Caserta, un reparto specialistico più idoneo alla sua situazione, dove prevedibilmente verrà operato per le lesioni spinali riportate nel tragico impatto di domenica mattina.

Il trasferimento, avvenuto con un’ ambulanza, è stato organizzato dal primario del reparto di rianimazione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria salernitana. Resta ricoverato in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell´ospedale San Luca di Vallo della Lucania, Franco Maiolo.

Il trentacinquenne di origini calabresi che domenica mattina era alla guida del furgone che si è schiantato, nel violento impatto aveva riportato gravi ferite ad un piede, ad una gamba, un trauma cranico e lesioni al bacino. Un quadro preoccupante che ha costretto i sanitari dell’ospedale cilentano ad amputargli l’arto inferiore destro.

Stazionarie, invece, le condizioni di Andrea Turini, l’altro giovanissimo giocatore di basket sopravvissuto, sottoposto – all’ospedale di Oliveto Citra dov’è stato trasportato – ad un difficile intervento per la ricostruzione delle diverse fratture riportate.

Andrea, ora in coma farmacologico, è l’ unico dei coinvolti nell’incidente a ricordare quei pochi attimi che hanno preceduto la tragedia.

Quando i soccorritori del 118 sono giunti sul posto il 14enne continuava a ripetere “frena”. Intanto col passare delle ore si è chiarita anche la dinamica dello scontro: il furgone che trasportava giornali e procedeva in direzione nord, ha saltato la corsia e ha invaso il senso opposto di marcia colpendo il monovolume Ulisse a bordo del quale viaggiava lo staff della squadra di basket.

Intanto nel la camera ardente allestita nel Duomo di Caserta sono state collocate le salme del giovane giocatore Paolo Mercaldo, dell’allenatore Gianluca Noia e della dirigente del settore giovanile Manuela Gallicola.

Mentre oggi, dopo l’esame autoptico, arriverà la salma di Luigi Certaldo, papà del giovane cestista, che era alla guida del monovolome. Domani alle 10 le esequie, celebrate dal vescovo di Caserta, mons. Raffaele Nogaro.

fonte www.salernonotizie.it