Colazione, cosa mangiare per prevenire la stanchezza del cambio di stagione

Nessuno dovrebbe mai saltare la colazione, a maggior ragione che siamo al cambio di stagione. Ci sono alcuni cibi che sono fondamentali in questo periodo.

La colazione rappresenta il pasto più importante della giornata proprio perché è quello che assumiamo appena svegli o poco dopo e ci regala energia per le ore che dovremo affrontare. Non a caso, tutti i nutrizionisti invitano a non saltarla mai, nemmeno se si sta facendo una dieta per perdere qualche chilo.

colazione stanchezza primavera
Al cambio di stagione fare colazione in modo corretto è importante – Foto | Cilentolive.com

A seconda della propria situazione e dei gusti personali ognuno decide di mangiare cibi differenti, ma sono pochissimi gli italiani che riescono a rinunciare al caffè (o cappuccino), ben sapendo quanto la caffeina contenuta possa permettere di sentirsi più vitali. A volte, però, anche le temperature e il periodo dell’anno possono incidere sulla scelta.

Mai saltare la colazione: è fondamentale

La vita che molti di noi conducono è particolarmente frenetica, al punto tale da avere spesso pochissimo tempo per fare una pausa. Ed è per questo che in tanti addirittura arrivano a saltare il pranzo o a prendere un panino o poco altro. Questo non è certamente salutare, ma lo è ancora meno fare lo stesso con la colazione. Nessuno dovrebbe mai uscire di casa senza avere mangiato qualcosa prima (a meno che non ci si stia dirigendo in un bar, ovviamente).

Alcuni arrivano addirittura a pensare che digiunare appena svegli possa fare dimagrire, ma è un’idea completamente sbagliata. Il corpo può essere considerato come una sorta di “macchina”, che ha bisogno di rifornimento per partire dopo il riposo notturno ed è proprio questo lo scopo principale della colazione.

colazione pasto giornata
La colazione è il pasto più importante della giornata – Foto | Cilentolive.com

Questo obiettivo può essere raggiunto con alimenti quali gli zuccheri delle fette biscottate, del miele, dei biscotti e della marmellata. A questi dovrebbero poi essere abbinate le proteine presenti nel latte e nello yogurt, che non dovrebbero mancare mai.

Anche se molti non lo sanno, non fare questo pasto può portare alla comparsa di malattie metaboliche, quali il diabete di tipo 2, perché impedisce di tenere a bada i livelli corretti di glicemia. C’è inoltre un’altra conseguenza da non sottovalutare che può verificarsi in chi non la fa: si arriva a pranzo con una fame smodata, che spinge ad abbuffarsi e questo sicuramente non è salutare.

Ecco cosa fare in questo periodo

L’arrivo della primavera è da molti vissuto come una fase di rinascita, grazie alle giornate che diventano via via più lunghe e le temperature che sono destinate ad alzarsi progressivamente. Abituarsi all’ora di sonno che si perde nell’ultimo weekend di marzo non è però sempre così semplice, anzi i medici lo assimilano a quanto accade all’organismo con il fuso orario.

È proprio per questo che la colazione diventa ancora più importante. Ci sono dei cibi che sono considerati fondamentali se si vuole evitare la stanchezza che può subentrare a metà giornata in questo periodo.

Pur essendo difficile rinunciarci, il consumo di dolci dovrebbe essere minore. come dimostrato da uno studio pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition. Molto meglio privilegiare le proteine se si vuole essere sazi ed energici. Si deve inoltre fare in modo che il primo pasto della giornata sia completo: non basta quindi solo una tazzina di caffè. anche se si ha poco tempo a disposizione.

Altrettanto importanti è il latte per la presenza di proteine, oltre ai carboidrati, quali muesli con frutta secca, cereali integrali, pane integrale (anche con burro o marmellata) e frutta fresca per le fibre e le vitamine.

Chi invece preferisce una colazione salata potrebbe puntare su uova, affettati, formaggio, mandorle, noci e arachidi. I risultati saranno evidenti nell’arco di pochi giorni e non ci sarà più la necessità di bere litri di caffè per stare sveglio, cosa tutt’altro che salutare.