Tu sei qui
Home > CILENTO > A CAPACCIO PAESTUM SULLA NUOVA GIUNTA LA NOTA DEL CONSIGLIERE SABATELLA

A CAPACCIO PAESTUM SULLA NUOVA GIUNTA LA NOTA DEL CONSIGLIERE SABATELLA

NOTA DEL CONSIGLIERE DI MINORANZA LUCA SABATELLA

Alla luce di quanto verificatosi in questi giorni nel nostro comune di Capaccio Paestum relativamente all’azzeramento della giunta comunale, poi, dopo poche ore, divenuto rimpasto amministrativo e che, ad oggi, risulta una squadra governativa ancora incompleta, non posso, nel mio ruolo di consigliere di minoranza nonché di cittadino di questo paese, far finta che nulla sia successo, né, tantomeno, sospettare che nulla sia successo a caso.

Non è accettabile, né politicamente corretto, ascoltare le motivazioni del Sindaco. Dott. Franco Palumbo, il quale, giustifica questo repentino e improvviso cambio di rotta definendolo una mera, semplice e già programmata e concordata “staffetta amministrativa”. Risultano tali considerazioni ancora più deplorevoli e prive di riscontro e di verità, in virtù del fatto che vengono rappresentate “sbrigativamente” in poco più di due righe sulla stampa locale, da chi invece, è abituato “quotidianamente” ad affollare pagine di stampa e dei social network con comunicati stratosferici al solo fine di pubblicizzare, buttando come si suol dire “fumo negli occhi”, la politica del cosiddetto slogan “fare bene”, politica questa tanto pubblicizzata dall’attuale amministrazione comunale.

Orbene, ora basta!

Non si può più permettere che in questo paese vengano propagandati migliaia di comunicati stampa che si riferiscono al nulla e, poi, quando si deve rispondere ai cittadini o, comunicare agli stessi, qualcosa di importante adducendone delle motivazioni valide, come questo inaspettato cambio di rotta all’interno della giunta comunale, ci si nasconde in due insignificanti righe di giornale.

Non è possibile ed accettabile che i cittadini che hanno assistito ad un consiglio comunale del 7/06/2018 durante il quale l’assessore al Bilancio ha discusso punti importanti dell’ordine del giorno chiedendone l’approvazione, quali i provvedimenti in relazione ai debiti fuori bilancio e il rendiconto della gestione esercizio 2017, dopo due giorni dallo stesso, si ritrovano in un paese in cui lo stesso assessore al bilancio, ha rassegnato le proprie dimissioni senza darne motivazione.

Credo che siano legittime le preoccupazioni mie e di gran parte della comunità Capaccese a cui questa amministrazione, che tanto si sponsorizza come amministrazione trasparente, che definisce la casa Comunale come una “casa di vetro”, deve dare responsabilmente, il prima possibile, delle risposte sensate.

Sindaco, Lei che in sede di Consiglio Comunale si rivolge ai cittadini come il più grande e intimo amico di famiglia, Lei che sempre in Consiglio Comunale è solito fare ricorso anche alla messa in onda di registrazioni video per essere sempre il più possibilmente esplicito, Lei che tenta di essere il più grande predicatore di pace e portatore di serenità e verità, perché nello scorso consiglio comunale, dopo che l’assessore al bilancio, il Generale Giuseppe Troncone, ha esposto più punti dell’ordine del giorno inerenti il bilancio di questo paese, non ha espresso alcuna parola in merito al cambio di rotta del giorno seguente? Perché non ha preannunciato con i Suoi soliti proclami la staffetta amministrativa che era alle porte? Signor Sindaco, perché non ha ringraziato per il lavoro finora svolto e non ha salutato pubblicamente davanti i cittadini collegati e presenti all’assise civica il Generale Giuseppe Troncone, conferendogli il giusto riconoscimento?

Signor Sindaco, perché se si è parlato di staffetta amministrativa già prevista e concordata l’ultimo tassello che manca è proprio la presenza, inoltre indispensabile, non ancora annunciata dell’assessore al Bilancio?

Credo che chiunque capisca che se fosse stata una situazione già programmata come Lei sostiene, e non sarebbe arrivata come un fulmine a ciel sereno come invece sostiene il sottoscritto e gran parte dei cittadini, gli assessori che avrebbero dovuto sostituire gli uscenti, dovevano essere già da tempo designati.

Come si può parlare di azzeramento di giunta, poi di staffetta amministrativa concordata se alla fine si è trattato di un mero rimpasto in quanto non sono stati riconfermati solo l’Assessore al Bilancio, ovvero il Generale Troncone, e la Vicesindaca di questo comune con delega all’agricoltura, ossia la Dott.ssa Teresa Palmieri. E proprio in merito a quest’ultima rispettabile figura della dott.ssa Teresa Palmieri, non è risultato assolutamente chiaro a nessuno se la stessa, si è dimessa autonomamente rassegnando le dimissioni così come ha fatto il Generale Troncone, oppure Le è stata tolta la delega da Lei signor Sindaco ed è stata l’unica a non essere riconfermata e quali sono le motivazioni?

Ma davvero, e qui mi rivolgo anche al Generale Giuseppe Troncone e alla Dott.ssa Teresa Palmieri, che in questi mesi sono stati sempre presenti e attenti alla nostra comunità nello svolgere il loro ruolo di assessori e, a cui va il mio grande rispetto, pensiate che a questo paese qualche spiegazione in più non gliela dovreste dare in merito alla vostre decisioni assunte?

In queste ore, in cui il paese versa in una condizione di sbando assoluto, dove le notizie che circolano poi vengono smentite, dove regna una confusione totale, rivolgo il mio appello a chi oggi, ricopre un ruolo governativo di maggioranza e a chi fino a poche ore fa lo ha rivestito, affinchè informiate i cittadini di Capaccio Paestum su quello che sta succedendo e con le motivazioni esatte e veritiere, perché questo paese e la sua gente merita la verità, trasparenza e lealtà!

Luca Sabatella

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: