Tu sei qui
Home > Agropoli > AGROPOLI LA DOPPIA FACCIA DEGLI ANIMALISTI di Sergio Vessicchio

AGROPOLI LA DOPPIA FACCIA DEGLI ANIMALISTI di Sergio Vessicchio

agropolesi

Dalla sera di martedì,quando abbiamo assistito alla triste e drammatica storia del gattino finito travolto da un auto dopo essere stato bullizzato vergognosamente da due ragazzi, che non si riesce a capire cosa stia succedendo nella testa della gente.Fermo restando che il gesto inconsulto,irrazionale e prepotente dei due giovani va condannato per la moralità,per come è stato fatto e per la sua efferatezza ma ora si sta esagerando.Improvvisamente sono diventati tutti moralisti e perbenisti soprattutto in questa scatola chiusa che è internet.La nostra redazione per mano di un giornalista attento e preciso ha subito pubblicato la notizia e il video tolti dal sottoscritto durante la notte dopo la preghiera e la richiesta di perdono da parte di uno dei due.Non ci siamo impietositi ma abbiamo preferito eliminare notizia e video(molto redditizi per i contatti che stavano avendo)perchè abbiamo anteposto,responsabilmente,la calma e la non reiterazione dell’atto e anche la tutela dei ragazzi(noi sappiamo chi sono) i quali si sono inconsapevolmente esposti ad un rischio.Ed è questo il punto.La loro azione è stata di una gravità assoluta e la condanniamo ma arrivare a minacciarli di morte è un atto inconsulto e molto più grave della colpa di cui si sono macchiati i ragazzini i cui genitori dovrebbero comunque vergognarsi.Quello che fa più male è l’accanimento da bulli da tastiera di tantissime persone in agguato sui social pronti a condannare pesantemente con un giustizialismo esasperato.Insomma lo stesso atteggiamento usato dai grillini per arrivare al potere.Questo è il disastro, questo è il vero disastro della società civile. Punire i bulli con il bullismo e attraverso i social.Questa è una vergogna esagerata che va punita alla pari dei due ragazzi.Gli animalisti e i pseudo animalisti con gli animali sono teneri e amorevoli con la gente sono disumani e senza pietà,questa è la grande contraddizione che nasconde il trucco.Per loro non basta redarguire,punire e rimproverare i due ragazzi.No per loro bisogna  ammazzarli,ucciderli,massacrarli,esporli al pubblico ludibrio. Ma che razza di società e questa! I ragazzi vanno perseguiti in primis dai genitori,poi dai parenti e poi dalla legge se hanno fatto,come hanno fatto, qualcosa di illegale.Ma chi augura loro la morte,chi continua a massacrarli attraverso i social,chi sta aizzando contro di loro odio e rancore va punito altrettanto.Non si può considerare una vita giustamente da rispettare di un gattino indifeso e una vita da abbattere quella delle persone che si macchiano comunque di reati da punire come quello dei ragazzi di Via Pio X.Questo vergognoso doppio pesismo che ci indigna.Rispetto per i gatti e per tutti gli animali.Ma rispetto anche per gli uomini i quali quando sbagliano ne devono rispondere davanti alla legge e davanti a Dio.Una storia triste quella del gattino per il quale proviamo tenerezza e affetto ma ancora più triste che a difenderlo è ente pronta a difendere gli animali e uccidere gli uomini.Una doppia faccia pericolosa.Ed è quella di chi si fa chiamare animalista.Usare gli animali per ammazzare gli uomini è atto becero e vergognoso. SergioVessicchio

Comments

comments

Sergio Vessicchio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: