Tu sei qui
Home > Agropoli > AGROPOLI SERVIZI ORGOGLIO VERO DELLA CITTA’.UN ESEMPIO DA SEGUIRE Di Sergio Vessicchio

AGROPOLI SERVIZI ORGOGLIO VERO DELLA CITTA’.UN ESEMPIO DA SEGUIRE Di Sergio Vessicchio

agropolesi

E’ una municipalizzata in grado di reggere l’impatto costruttivo e lavorativo.Oggi la riscopriamo orgoglio e vanto della capitale del Cilento.Agropoli servizi ci riporta indietro di molti anni,quando con un cenno e un fischio Agropoli faceva paese,gruppo,città,unione,sentimento,virtù scomparse negli ultimi 20 anni decretando la fine di Agropoli relegata ad agglomerato di case sul mare e vicino alla linea ferroviaria. Quella città si è spenta nel corso degli anni con l’arrivo della gente che ha  comprato casa dopo i sacchi edilizi e si è trasferita qua senza sapere ne cosa è ne come è Agropoli,cosa rappresenta e quali sono le tradizioni,i ricordi,la storia,le istituzioni.Negli ultimi giorni la nostra nostalgia però ha vissuto crepe perchè come ad un tratta abbiamo rivisto l’unità di una volta,quel sentimento verso la città ormai sopito.Quando denunciamo lo scandalo delle corse auto,delle moto strombazzanti senza rispetto,delle invasioni nelle isole pedonali,dell’assalto della gente alle nostre cose, vogliamo evidenziare proprio il fatto che non c’è amore verso la città perchè di agropolesi non ce ne sono rimasti.Ci sono i residenti e sono quelli che,per la maggior parte,delinquono perchè non hanno sentimento verso la nostra Agropoli,loro guardano ai loro paesi e ci distruggono quotidianamente con le parole,con le gesta e con la delinquenza sotto forma di mille comportamenti.Siamo diventati ospiti che puzziamo.Vedere i vertici dell’Agropoli servizi,tra presidente,direttori,consiglieri e soprattutto gli operai dannarsi l’anima pur di far fare bella figura alla città e nascondere le vergogne dell’amministrazione è stato per noi rivivere la nostra giovinezza quando Agropoli era tutt’uno qualsiasi cosa si faceva.Quando tutti si aiutavano,quando si litigava ma poi si era solidali.Quando si faceva a gara per portare le Statue dei nostri Santi sulle spalle(ora vanno sulle carrette),quando il centro era “miezz u cumn”,quando venivano quelli di fuori e se ti guardavano storto li facevano scappare di corsa,quando i sacerdoti erano nel contesto sociale e facevano crescere la città.Quando 4 night tra i più importanti in Campania si accordavano e portavano a serate alterne,senza pestarsi i piedi,le più grandi attrazioni mondiali.Potremmo continuare all’infinito. I rappresentanti dell’Agropoli servizi stanno ridando dignità ad Agropoli con le loro braccia,con la loro mente e con il loro impegno ma anche e soprattutto grazie al sentimento di amore che hanno verso Agropoli.Questa municipalizzata era partita non bene,è una spartizione di posti,Vito Rizzo l’aveva portata quasi allo sfascio.Un Agropolese vero di “ngopp aruopl” come Modestino Rosiello l’ha rivalutata,ne ha ribaltato le finalità e l’ha fatta diventare un orgoglio per come l’ha portata a servire la città e con lui Mimmo Gorga con  i direttori che si sono alternati ma in special modo con gli operai,a volte esigenti e permalosi ma sicuramente straordinari per il modo  con il qual mettono a disposizione le loro braccia per Agropoli.L’emergenza che hanno dovuto fronteggiare al Guariglia è stata grandissima  per i pasticci dell’amministrazione comunale con un sindaco che ordinava cose insulse e un assessore allo sport assente completamente,con le strutture sportive invase dalle manifestazioni, un Franco Di Biasi che ha pasticciato a più non posso,la città piena di gente, ebbene quelli dell’Agropoli servizi hanno dato prova di grande interesse per la città gettando il cuore oltre ogni ostacolo e assicurando che tutto si svolgesse per il meglio.Con loro tutti quelli che,chiamati al capezzale della città, volontariamente si sono messi a disposizione dando una mano concreta,cittadini agropolesi veri del centro storico,della marina,della stazione,del pastificio.Si quelle persone veraci di Agropoli ,con la struttura degli uomini di Gorga e Capozzolo,hanno  reso possibile che il nome di Agropoli non sfigurasse dopo gli sfaceli dell’amministrazione e i danni di chi sfrutta questa città per interessi propri come quelli dell’atletica,del  carnevale,del  presepe e via dicendo ma non solo sia chiaro.L’impegno per Agropoli di questa gente è uno schiaffo a chi chiede soldi per fare qualsiasi cosa come pro loco varie,forum,associazioni extra e tanti sciacalli.Questo ci ha ripagato di tante mortificazioni che stiamo avendo in questi anni.Vedere quei concittadini agropolesissimi sudare e lavorare per il nome di questa città è stato un ritorno indietro straordinario capace di farci emozionare e di farci riscoprire Agropoli,la nostra Agropoli quella per la quale da sempre ci battiamo mettendoci la faccia e facendoci molti nemici.L’Agropoli servizi ha avuto questo merito,è stata forse una parentesi,ma ci è piaciuto e la stiamo gridando.Un merito non da poco perchè con il nome che porta ha fatto quello che non fa l’amministrazione e non fa la  gente. Quanto ci piace raccontarlo!!!!!!!!!!!Sergio Vessicchio

Comments

comments

Sergio Vessicchio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: