Ora su WhatsApp si potrà scrivere a sé stessi | Rivoluzione della funzionalità della app

Ora con WhatsApp si potrà inviare un messaggio anche a sé stessi. No, non si tratta di un invito all’autoanalisi né di una agevolazione per schizofrenici…

La nuova funzionalità farà contente molte persone. In tanti, infatti, usano WhatsApp alla stregua di un block-notes o di un’agenda, per segnare e consultare appunti, promemoria.

WhatsApp messaggi a sé stessi - www.cilentolive.com
Scrivere a sé stessi su WhatsApp? Si può… (Pixabay) – www.cilentolive.com

Ma per farlo, fino a ieri, si era costretti a inviare note, link e appunti a un destinatario-vittima o a ricorrere a un hack. D’ora in poi tutto cambierà perché sta per arrivare il messaggio a sé stessi. Una funzionalità che potrà essere sfruttata in più modi ma soprattutto come strumento di archivio o promemoria.

I più esperti già sapevano come fare attraverso un particolare trucchetto. Tuttavia, adesso, la funzionalità è estesa a tutti (o quasi) e immediatamente praticabile. Basterà selezionare il proprio contatto dalla rubrica e dar avvio a una chat. Un soliloquio

Qual era l’escamotage diffuso fra i più esperti? Nulla di così complicato, in realtà: si trattava di creare un gruppo-non-gruppo. Cioè una stanza di chat condivisa con un solo membro, qualcuno da eliminare subito dopo la creazione della stanza di conversazione. E qui poteva nascere l’imbarazzo del caso, dato che bisognava poi spiegare alla persona come mai la si aggiungeva a un gruppo e la si eliminava pochi secondi dopo… La novità introdotta dall’ultimo aggiornamento rende inutile il trucchetto. E annulla l’imbarazzo!

WhatsApp: arriva il messaggio a sé stessi

Il messaggio via WhatsApp a sé stessi piace agli utenti che su Twitter hanno già accolto la notizia dell’introduzione di questa funzione con incredibile giubilo. Quasi si trattasse di un desiderio esaudito.

Caffè, note, WhatsApp - www.cilentolive.com
Note e appunti su WhatsApp: ecco come fare (Pixabay) – www.cilentolive.com

La funzione per ora è già attiva per iOS. Nello specifico, chi possiede un iPhone e ha installato la versione 22.23.74 di iOS può già mandarsi messaggi. Per quanto riguarda Android? Eh, per i possessori di smartphone con sistema Android bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo.

Oppure continuare ad arrangiarsi con il trucchetto di cui vi abbiamo parlato. Una cosetta intutiva…

Un’altra novità molto attesa è quella delle community. L’annuncio era stato dato tempo fa da Mark Zuckerberg, CEO di Meta e proprietario di WhatsApp.  In pratica Zuckerberg aveva spiegato che sarebbe stato presto possibile unire più gruppi, anche arrivando a 1.024 partecipanti. Una community, appunto, per interagire con grande tutela della privacy fra molte più persone.

Fra le altre funzioni che Metà vorrebbe introdurre ci sono nuove videochiamate, sondaggi all’interno dei gruppi e nuove funzioni per la tutela della privacy.