Spotify, utenti al settimo cielo: l’ultima novità è straordinaria

La piattaforma Spotify ha lanciato un catalogo di audiolibri pronti da ascoltare

Spotify, la continua innovazione e voglia di offrire sempre più contenuti, ora con gli audiolibri. Un vero e proprio catalogo di libri da ascoltare quello offerto dalla piattaforma svedese.

Spotify, in arrivo gli audiolibri (pixabay) cilentolive.com 250922
Spotify, in arrivo gli audiolibri (pixabay) cilentolive.com

Proprio il 20 settembre scorso la piattaforma h annunciato agli Stati Uniti la notizia dell’introduzione di una “libreria” di circa  300 mila audiolibri. Spotify cos’è? Per chi non conoscesse la piattaforma, si tratta di un servizio musicale svedese che raccoglie il meglio della musica streaming on demand.

Insomma, case musicali indipendenti ed etichette discografiche più conosciute come Warner Music Group, Universal, EMI e Sony. Ora la possibilità è quella di ascoltare oltre musica e podcast anche audiolibri.

Spotify lancia il pacchetto completo con tanto di audiolibri un’offerta sempre più ampia

Spotify ha cambiato le nostre abitudini in fatto di ascolto di musica. Ora abbiamo le nostre playlist ben salvate, grazie a a questa piattaforma innovativa  e continui suggerimenti basati sui nostri gusti musicali. Inoltre, proprio per tale piattaforma, è stato per noi possibile un approccio sempre più costante con i podcast, che si sono fatti spazio tra contenuti audio, video e non solo.

Spotify, in arrivo gli audiolibri (pixabay) cilentolive.com 250922
Spotify, in arrivo gli audiolibri (pixabay) cilentolive.com

Ci sono già alcune informazioni annunciate ufficialmente. L’accesso agli audiolibri non sarà compreso nel pacchetto dell’abbonamento premium, ogni singolo audiolibro è da acquistare. Ci sarà una sezione a parte della stessa applicazione che consentirà l’accesso al catalogo di audiolibri. Questi ultimi possono essere velocizzati o rallentati nell’ascolto. Una vera e propria libreria personale su Spotify.

Al momento si tratta di un lancio che interessa i soli Stati Uniti, non si conoscono le date di destinazione italiane. L’idea – come confermato dal vicepresidente Spotify,  Nir Zicherman – è quello di voler puntare su un mercato in costante crescita, quale quello degli audiolibri. Un nuovo modo di concepire la lettura così come è avvenuto – dopo il lancio di Spotify – una nuova “evoluzione” nell’ascoltare musica e podcast.

L’abbonamento premium quindi non basterà. bisognerà acquistare ogni contenuto a parte.   Questa nuova introduzione vuole completare il pacchetto offerta dei contenuti audio della piattaforma. Ogni anno si registra una crescita del mercato degli audiolibri di quasi il 20%.