Beppe Vessicchio ai ferri corti con la Rai: “Intendo andare avanti fino in fondo…”

La musica non è solo una meravigliosa forma d’arte, ma è anche colei che segna alcuni dei momenti più suggestivi della nostra esistenza. Le note, a seconda dell’ordine con il quale vengono disposte sul pentagramma, hanno il potere di renderci di buon umore, di portare gioia, serenità e di farci innamorare; al contrario, può anche trasmettere malinconia, e ricondurci a pensieri tristi e angosciosi. Insomma, la musica è vita, e chi è in grado di praticarla possiede un formidabile dono. Ed è proprio al suo talento musicale che si deve la grande popolarità del maestro Beppe Vessicchio il quale, però, professionalmente parlando, sta affrontando un periodo insidioso.

Beppe Vessicchio e la Rai - www.cilentolive.com
Beppe Vessicchio – www.cilentolive.com

La carriera di Beppe Vessicchio non ha bisogno di presentazioni. Il maestro, infatti, negli anni è diventato un vero e proprio pilastro della televisione italiana. Con i suoi arrangiamenti e le sue composizioni è stato in grado di portare la musica nelle case degli italiani, e il suo sorriso gentile ha fatto sì, inoltre, che diventasse uno dei personaggi televisivi più acclamati dal grande pubblico.

A partire dal 1990, Vessicchio è stato, tra le altre cose, una costante della rinomata kermesse canora che ogni anno si tiene al teatro Ariston di Sanremo, il Festival, ed è stato anche insegnante nel talent show Amici di Maria De Filippi.

Da alcuni anni a questa parte, però, il maestro ha ridotto notevolmente le sue apparizioni televisive. Il motivo? A spiegarlo è stato lui stesso, nel corso di un’intervista di recente rilasciata.

Dove è finito Beppe Vessicchio?

Lo sfogo di Beppe Vessicchio - www.cilentolive.com
Maestro Beppe Vessicchio – www.cilentolive.com

Sono anni, oramai, che durante il Festival di Sanremo ci chiediamo: “Quando arriva Beppe Vessicchio?”. Per molto tempo, infatti, il maestro ha diretto l’orchestra della rassegna sanremese, ma ultimamente, le sue apparizioni si sono notevolmente ridotte. Nel corso di un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, il maestro ha spiegato al giornalista Salvatore Cannavò di avere dei problemi con la Rai riguardo al pagamento dei diritti connessi, ovvero, compensi destinati al produttore (o all’interprete) quando un brano o una composizione viene diffusa. Vessicchio non ha incassato tali diritti e, a tal proposito, nel corso della suddetta intervista, ha rivelato quanto segue: “Ho composto le musiche della trasmissione La prova del cuoco fin dalla prima edizione. Tutta la produzione musicale e le registrazioni che sono utilizzate in quel programma è stata da me interamente realizzata in piena autonomia”.

Lo sfogo del maestro

Accortosi del disguido, Vessicchio non ha esitato a esporre il suo problema in Rai, ma non avendo ricevuto riscontri positivi, si è affidato all’intervento di un giudice.

Durante l’intervista precedentemente citata, il maestro ha aggiunto: “È scattata la clausola (deterrente, la chiamo io) secondo la quale chi ha contenziosi con la Rai non può avere contratti in essere diretti con l’azienda. E così non ho potuto partecipare a molti programmi, perché l’ufficio legale è intervenuto sull’ufficio scritture artistiche – che stipula i contratti con artisti e ospiti – ponendo un stop alla mia presenza. Credo siano in molti a trovarsi nelle mie stesse condizioni. Conosco chi questi diretti li ha incassati, e anche chi non li ha mai visti. Intendo andare avanti fino in fondo a questa faccenda, nonostante io sia un ‘pesce piccolo’. Rispetto ad altri potrei più facilmente temere le conseguenze dettate dalla lunghezza e dai costi di un iter giudiziario, nonché della perdita dei contratti. Desidero che la verità venga fuori. Se avevo torto o meno non deve deciderlo la Rai”.