“Cosi Re Carlo penalizza i nostri figli”, Harry e Meghan sul piede di guerra: i conti in sospeso tra i Royal

I figli di Harry e Meghan non godranno del titolo di altezze reali, perdendo così numerosi privilegi. Tutto per una scelta di Re CarloIII che scatena la reazione dei Sussex.

La morte della regina Elisabetta ha portato numerosi cambiamenti nella famiglia reale a partire dei titoli nobiliari. Carlo III è il nuovo sovrano, mentre William e Kate sono duca e duchessa di Cornovaglia, così come i figli di Harry e Meghan, saranno i nipoti del re.

Proprio sui figli dei Sussex si è scatenata un’annosa questione. Il piccolo Archie dopo la morte della regina diviene dunque ufficialmente un principe. Tutto ciò è reso possibile da una legge firmata dal trisavolo del principe Harry, il re Giorgio V, che oltre un secolo fa disciplinò lo status nobiliare dei nipoti del sovrano.

Un noto quotidiano inglese spiega così’ il fenomeno: “Nel 1917, re Giorgio V ordinò che solo i nipoti del monarca avrebbero avuto il diritto di usare il titolo di principe o principessa e il trattamento di altezza reale”. In forza di tale disciplina anche Lilibet ‘Lili’ Mountbatten-Windsor diventa principessa in quanto “figlia di un figlio di un sovrano”.

Re Carlo fa uno sgarro ad Harry e Meghan

Nonostante la morte della regina Elisabetta abbia garantito il cambiamento dei titoli nobiliari dei membri della Royal family, i figli di Megan e Harry, Archie e Lilbet voi non potranno beneficiare del titolo di sua altezza reale. A generare  la polemica non è solo la questione relativa al titolo nobiliare quanto la possibilità, con questo titolo, di usufruire di cospicui  fondi pubblici, attraverso il Sovereign Grant e di godere della protezione della polizia.

Ad impedire tutto ciò ci ha pensato re Carlo III, che dopo aver accettato le Letters patent, il documento del 1917 che regola l’assegnazione dei titoli nobiliari,  ha ben pensato di apporvi una fondamentale modifica, ovvero non tutti i suoi nipoti riceveranno il titolo di sua altezza reale, penalizzando così Archie e Lilibet.

Harry e Meghan -cilentolive.com
Harry e Meghan, duchi di Sussex -cilentolive.com

Le ragioni della scelta del Re: una monarchia più snella

La decisione del Re ha mandato su tutte le furie Harry e Meghan, facendo sì che i rapporti tra Harry e suo padre diventino sempre più burrascosi. Il comportamento di Carlo segna un dietrofront rispetto alla volontà della defunta sovrana che aveva invece deciso di affidare il titolo di altezza reale cambiando così il titolo ai figli di William e Kate.

Dal canto loro e Megan e Harry hanno deciso di non usare i loro titoli di altezza reale quando si sono trasferiti Negli Stati Uniti nel 2020, lamentandosi però di aver così perso il privilegio di godere della protezione della polizia. Una fonte vicina ai royals ha così commentato la notizia, spiegando le ragioni della scelta del re: “Carlo non ha mai nascosto il desiderio di avere una monarchia più snella quando diventerà re e ha capito che la popolazione non vuole pagare per un’istituzione troppo numerosa e, ha detto, il balcone di Buckingham Palace rischia di crollare perché sta diventando troppo affollato”.