Lutto nella musica italiana: lo struggente saluto sui social di un celebre artista

Un noto rapper romano ha pubblicato un toccante post su Instagram per annunciare la morte del fratello maggiore. Vari fan, insieme a nomi di spicco del mondo dell’hip hop nazionale e personaggi famosi della scena musicale italiana gli si stringono intorno.

Si chiamava Fabio e aveva cinquantanove anni. Ed era il fratello maggiore di un famosissimo rapper, un nome storico della scena musicale romana. Commosso, l’artista ha salutato il fratello recentemente scomparso sui social con una dedica molto commovente, in cui ha citato alcuni versi presi da uno dei tanti libri dedicati alla ricerca di sé di cui il defunto era autore.

Fabio era infatti uno scrittore prolifico, uno studioso appassionato di antropologia culturale e spiritualità, e un poeta. Oltre a dedicarsi allo studio dell’esoterismo e delle tradizioni mistiche, scriveva di vita vissuta, sulle periferie, a proposito di viaggi mistici, antiche mitologie ed etologia. L’opera citata nella dedica dal fratello rapper è intitolata Testi tibetani sul viaggio dopo la morte.

Fabio Zanello era il fratello maggiore di Tommaso Zanello, in arte er Piotta, uno dei padri dell’hip hop italiano e personaggio più che noto nel mainstream per la sua hit di fine anni ’90 Supercafone.

Attraverso il bardo - www.cilentolive.com
Un dettaglio del libro Attraverso il bardo, scritto dal fratello del famoso rapper (captured) – www.cilentolive.com

E se Tommaso è sempre stato un campione della musica, un produttore alla ricerca di suoni e suggestioni trasversali e uno sperimentatore di linguaggi rap famosissimo in Italia, all’estero era forse più noto Fabio. Costui era infatti apprezzato per i suoi studi su testi di René Guénon, Ananda C. Coomaraswamy e Titus Burckhardt. In Italia, lo scrittore aveva all’attivo molte pubblicazioni di argomento vario, tutte parecchio interessanti.

Nel suo annuncio social il rapper e produttore discografico romano ha scritto: “Per molti eri il Professore. Solo per me eri il mio fratellone. Con tutto l’amore che posso“.

Il saluto del rapper al fratello scrittore

Dopo il messaggio apparso suo social, er Piotta ha voluto citare alcune parole prese in prestito da un testo di Fabio. Eccole: “Prima la terra si dissolve in acqua, l’acqua poi si dissolve in fuoco. Il fuoco si dissolve nell’aria, e l’aria poi si dissolve nella coscienza. Quella stessa coscienza allora entra nella Chiara Luce“.

Piotta - www.cilentolive.com
Piotta anni ’90 (captured) – www.cilentolive.com

Nato nel 1963 a Roma, Fabio si era laureato in Lettere all’Università La Sapienza di Roma. Oltre ai già citati studi esoterici su René Guénon, aveva pubblicato in Italia molti racconti su varie riviste.

Tra le sue pubblicazioni segnaliamo: Taoismo Segreto (Castelvecchi, 2005), Il Cane di Maometto (Stampa Alternativa, 2005), Se non sei felice è tutta colpa tua. Il libretto dei proverbi tibetani (Stampa Alternativa, 2009), Discorsi Sufi (Stampa Alternativa, 2007), Il Tao del Dolce e del Duro (Coniglio, 2008).

E ancora: La conoscenza suprema del Buddha (Ortica editrice, 2016), La Società dell’Orso. La spiritualità degli Indiani del Nord America (UTET-De Agostini, 2016), Yongjia Xuanjue, Il Canto dell’Illuminazione (Ortica, 2017), Lo Zen e l’Arte di Uccidere la Mente (Ortica, 2018), L’Amore maleducato (Ortica, 2020), Il nettare del Sé (Ortica, 2021).

Vi consigliamo di procurarvi un suo libro di testi in romanesco: Na botta infame, sempre edito da Ortica.