Festival di Sanremo, Elisa Toffoli rompe il silenzio a distanza di mesi: “Una mia vittoria…”

Dopo il secondo posto alla scorsa edizione del Festival di Sanremo Elisa Toffoli dice la sua sulla mancata vittoria.

È una delle cantanti italiane più amate, consacrata dal Festival Di Sanremo anni e anni fa. Ancora oggi Elisa è in testa alle sue classifiche grazie alla sua inconfondibile voce. Un talento inarrestabile che però non le ha garantito il primo posto alla scorsa edizione del Festival di Sanremo.

In una recente intervista Elisa Toffoli rompe il silenzio sul secondo posto conquistato lo scorso anno al Festival col brano O forse sei tu. Nessun rimpianto per Elisa nonostante gran parte del pubblico pensa che il suo brano meritava il primo posto.

La cantante invece  preferisce che le cose siano andate così: “Una mia vittoria non sarebbe stata giusta. Come ho vinto io con Luce nel 2001 a 23 anni è giusto che oggi vincano Mahmood e Blanco, perché questa è la legge della foresta, il cerchio della vita”, ha dichiarato.

Elisa racconta il nuovo album

Il talento di Elisa è fuori discussione e una delle chiavi del suo successo sta nella sua versatilità, nella sua capacità di mescolare stili e sonorità, accompagnati dalla sua incredibile voce. Nel corso della lunga intervista la cantante  ha fatto un bilancio del suo ultimo disco, Ritorno al futuro/Back to future, in cui tutto il suo estro creativo trova piena manifestazione.

L’artista ha voluto brani tutti diversi tra loro e adatti a tutti i palati: “Probabilmente è meno elegante di Diari aperti, ma avevo canzoni molto differenti tra loro e volevo metterle tutte. Fra le cose più riuscite metterei Ordinary day e Domino”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elisa (@elisatoffoli)

Elisa torna ad esibirsi dal vivo

Elisa non parteciperà alla prossima edizione del Festival di Sanremo mentre si discute sulle scelte fatte dalla direzione artistica del festival per la prossima tornata. La cantante friuliana può finalmente ritornare ad abbracciare il suo pubblico dal vivo, recentemente in Toscana

“Abbiamo materiale per cambiare scaletta ogni sera, mi piace molto vedere tutti quei giovani sottopalco con i cartelli coi titoli dei brani in mano”.