La tua camera è un vero forno? C’è una soluzione ecologica che fa per te: pazzesco

Le temperature estive quest’anno sono particolarmente bollenti, un’estate che non lascia scampo e respiro e ci sta mettendo a durissima prova. Un disagio che ci complica la vita a 360′, anche per i gesti più banali e quotidiani. Non prendere sonno la notte è probabilmente il problema più sentito, e sarebbe necessario comprendere come poter rinfrescare la propria stanza. Magari anche in maniera ecologica, vediamo insieme come.

Tenere aperte le finestre è uno dei metodi più comuni per far rinfrescare la propria camera durante la giornata soprattutto se si abita in una zona dove la brezza estiva si fa gentilmente sentire. Un ventilatore spreca molto meno energia di un condizionatore, può venir utilizzato per far circolare l’aria sopra il letto o nella direzione opposta, se lo si utilizza in contemporanea alla finestra aperta ti puoi garantire sempre un ambiente fresco e pulito

Utile per rimanere al fresco – Cilentolive.com

Gli apparecchi elettronici sono dei silenziosi e subdoli mezzi di calore, può sembrare assurdo e nessuno ci fa caso ma è meglio spegnerli prima di andare a dormire. Non è un’azione necessaria se ti trovi in una grande stanza, ma è comunque utile farlo perché oltre a ridurre il calore, può limitare anche i consumi di energia elettrica.

Questi metodi sono infallibili per aiutarti a stare al fresco

Un altro metodo semplice poco costoso e particolarmente rinfrescante è mettere un secchio pieno di ghiaccio sul comodino vicino al letto, avendo cura di posizionare alle sue spalle un ventilatore acceso che, grazie al movimento, vi porterà un gradevole refrigerio. Utilizzare lenzuola e cuscini freschi composti da fibre naturali, è sempre gradevole ma d’estate ancor di più, aiuta infatti a tenere l’umidità lontana. È inoltre consigliato utilizzare un coprimaterasso per rinfrescare il letto.

Ricorda di utilizzare cuscini e lenzuola di tessuto per rimanere al fresco – Cilentolive.com

Le temperature bollenti di questi giorni, rendono le stanze un vero forno. Il consiglio in questo caso, sembra banale ma è bene rammentarlo, è quello di oscurare le finestre con le tende o le tapparelle nelle ore diurne. La notte invece, naturalmente, non c’è nulla di meglio che tenere le finestre spalancate. Il momento del riposo, ore benedette per il nostro corpo e la nostra mente che rischiano di essere duramente compromesse a causa del caldo.

Oltre ai consigli che vi abbiamo fornito, in conclusione possiamo aggiungere che: in primis è bene tenere sempre un bel bicchiere d’acqua fresca sul comodino. Inoltre, potrebbe essere una soluzione molto efficace per le nottate più torride, tenere una bacinella accanto al letto, sul pavimento per poter immergere i piedi al suo interno. L’uomo, del resto, sopravvive alle estati più afose fin dai tempi antichi, senza condizionatori, possiamo quindi farcela anche noi, soprattutto se seguirete i nostri preziosi consigli.