Piero Angela chi è il suo erede? Pippo Baudo non ha dubbi: “Ha seguito le sue orme”

La notizia della morte di Piero Angela ha commosso l’Italia intera e scosso nel profondo il mondo della televisione. Pippo Baudo, uno dei volti simbolo della Rai e della televisione italiana, conosceva Angela da quasi sessant’anni…

Intervistato da La Repubblica e poi da Rainews 24, Pippo Baudo ha messo subito in chiaro quanto rispettasse e ammirasse Piero Angela. Lo ha definito uno straordinario giornalista e divulgatore. E poi ha raccontato un aneddoto recente. I due si conoscevano da tantissimi anni, sono stati infatti due dei primi protagonisti della televisione italiana. Dunque si erano incrociati varie volte, negli studi televisivi e fuori (complice anche la passione in comune per la musica). Poi qualche anno fa furono entrambi invitati a un premio e omaggiati con un riconoscimento alla carriera.

Piero Angela anni '70 - www.cilentolive.com
Il presentatore Pippo Baudo ricorda Piero Angela (captured) – www.cilentolive.com

“Quel giorno” ha raccontato Pippo Baudo, “mi chiese se ero felice del riconoscimento, io dissi di sì e aggiunsi scherzando che era un premio per l’età, che significava che dovevo smetterla: è finita qui, basta. E lui ribatté che, per quanto gli riguardava, non era così, perché voleva andare avanti”.

E infatti, come riconosciuto dallo stesso Baudo, Piero Angela è andato sempre avanti, continuando a interessarsi alla scienza e alla contemporaneità, inventando, studiando, lottando contro le fake news e cercando di interpretare le esigenze del pubblico.

Pippo Baudo commosso dalle ultime parole di Angela

Anche Pippo Baudo ha molto apprezzato le ultime parole che Piero Angela ha dedicato ai suoi telespettatori, con la lettera di commiato. “Sono parole estremamente belle, un grande insegnamento”, ha detto il conduttore siciliano. “Piero si guarda allo specchio, dall’alto dei suoi anni, e sottolinea di aver assolto al suo compito dicendo a tutti noi: ora fate la vostra e mi raccomando, non battete la fiacca. Ha incarnato alla perfezione il il motto dantesco Fatti non foste a viver come bruti“.

Pippo Baudo www.cilentolive.com
Pippo Baudo e Piero Angela insieme sul palco, di fronte a un pianoforte (captured) – www.cilentolive.com

Interrogato su chi potrebbe mai raccogliere la pesante eredità di Piero in televisione come riferimento per il pubblico, Baudo si è mostrato sicuro. Ha spiegato che l’erede c’è già ed è già sulla buona strada. Si tratta del figlio Alberto. Chiamarsi Angela è un onore, ma anche una grande responsabilità. Alberto ha seguito le orme del padre e lo ha fatto con grande bravura”.

Baudo, che conosce meglio di chiunque altro la televisione, sa benissimo che il vuoto lasciato da Piero Angela sarà per molti versi incolmabile. Sa che pubblico e colleghi dovranno essergli sempre riconoscenti per tutto ciò che egli ha dimostrato con la sua signorilità e insegnato.

“Usava termini normali, non faceva la parte dello scienziato che parla difficile”, questo secondo Baudo il suo più grande pregio. “Ma bisogna ricordare anche il grande uomo che è stato”. E quindi, come si aspetta Baudo che Angela sia ricordato? “Mi aspetto che gli sia intitolato un pezzo di Rai, se lo merita”.