Clio bersagliata dagli haters sbotta sui social: “Non sono una mamma di me**a perché ho la tata” | Le dure parole

Ogni giorno, tutti noi compiamo delle scelte, che siano esse riguardanti il proprio lavoro, la propria famiglia o la propria vita in generale. Esiste, però, una differenza sostanziale che divide la popolazione in due grandi categorie: chi svolge un lavoro “normale” e chi, invece, è un personaggio pubblico. I primi, sono liberi di agire secondo ciò che sentono di fare, senza che nessuno giudichi pubblicamente le sue scelte; i secondi, invece, sono mediaticamente esposti, e corrono il rischio di essere attaccati e additati per qualsiasi cosa essi decidano. Ecco, a tal proposito, cosa è accaduto a Clio Make up.

Foto: Instagram

Clio Make up, il cui vero nome è Clio Zammatteo, è una truccatrice e imprenditrice italiana. Dopo aver conseguito la laurea, nel 2007, Clio decise di trasferirsi a New York per proseguire i suoi studi e, al contempo, aprì un canale YouTube dedicato al mondo del “make up” e della cura della pelle. Il successo arrivò nel giro di pochissimo tempo, tanto da condurla a essere considerata una delle più celebri “make up artist”.

Per ciò che concerne la vita privata, invece, Clio è sposata con l’imprenditore Claudio Midolo e, insieme, sono diventati genitori di due bellissime bambine: Grace, nata nel 2017, e Joy, venuta al mondo nel 2020.

La truccatrice è anche molto attiva e seguita sui social sui quali, spesso, la Zammatteo condivide anche ritratti di famiglia. Di recente, infatti, mentre si trovava in vacanza, Clio ha condiviso una foto su Instagram che ha fatto insorge il Web. Il motivo? La presenza della tata. Scopriamo insieme di che cosa si tratta.

In vacanza con la tata

Alcune settimane fa, Clio Zammatteo si è goduta alcuni giorni di relax Val di Fassa insieme alla sua famiglia. In una delle foto postate su Instagram durante dalla vacanza dalla truccatrice, si scorge la presenza anche della tata che si prende cura delle sue figlie. Alcuni utenti hanno appoggiato la scelta di Clio di portare la babysitter in vacanza per avere un aiuto in più con le due bambine; altri, invece, non hanno gradito, e hanno lasciato numerosi commenti sotto il post per esprimere il proprio dissenso, non sempre in maniera rispettosa. In seguito a tale avvenimento, tramite social, Clio Zammatteo ci ha tenuto a chiarire subito come stanno le cose: “Non è che le mie figlie sono tutto il giorno in una stanza d’albergo guardate dalla loro tata, mentre io sono alla spa a girarmi i pollici. Ci stiamo godendo una vacanza con un aiuto, il che rende la vacanza ancora più bella“.

Lo sfogo di Clio

I social network sono piattaforme libere, sulle quali tutti possono pubblicare e/o commentare a proprio piacimento. Questo può rappresentare un’arma a doppio taglio, perché ogni volta che decidiamo di condividere qualcosa sui nostri profili, rischiamo di essere attaccati e giudicati.

Ed è stato proprio su questo che Clio Zammatteo – dopo le critiche ricevute per aver portato la tata in vacanza con sé – ha incentrato il suo sfogo social: “Da quando sono diventata mamma mi sono resa conto che è uno dei temi sui quali alle altre madri piace di più discutere. Chi allatta è fantastica; chi non allatta è una madre di me**a. Chi ha la babysitter è una mamma di me**a; chi non ce l’ha è un’eroina. Piace proprio questa cosa. La cosa più difficile è fare la madre. Aiutiamoci, invece di romperci le pa**e a vicenda!”.