Addio al canone tv: è stato abolito definitivamente 

È stato abolito il canone tv, e finalmente il popolo esulta dopo anni in cui lo richiedeva a gran voce.

Canone tv abolito: la frase che molti di noi speravano di sentire. Che sia arrivata la volta buona? Vediamo cosa sta succedendo proprio in queste ultimissime ore .

Canone tv abolito in Francia – (pixabay) – cilento.com

Per ora il vento del cambiamento soffia in Francia, dove finalmente è stata approvata l’abolizione del canone tv che finanziava le principali emittenti statali di France Télévisions, ovvero France 2, France 3, France 4, France 5 nonché Radio France. La cancellazione, secondo le dichiarazioni di Macron, dovrebbe avvenire già entro la fine del 2022. E la gente esulta.

La decisione è stata presa dall’Assemblea Nazionale, nonostante diversi voti sfavorevoli e numerose astensioni. Per la ministra della Cultura Rima Abdul Malak questa scelta era necessaria perché la tassa era ormai obsoleta e inadatta. Oltre a questo, i soldi che la gente riuscirà a risparmiare aumenteranno il potere d’acquisto della popolazione in un momento così delicato dal punto di vista dell’inflazione.

Canone tv addio

Le casse dello Stato francese dovranno rinunciare a circa 3,14 miliardi di euro perché, più o meno, ogni cittadino versava circa 138 euro all’anno. Al momento tale cifra dovrebbe essere coperta attraverso un aumento dell’IVA, ipotesi che ha già scatenato malcontento tra le varie parti politiche. Da qualche parte li devono pur recuperare come era ovvio.

Canone tv abolito – (pixabay) – cilento.com

E l’Italia? Seguirà l’esempio francese? Per ora è improbabile, nonostante la questione rimanga accesa. Lo scorso aprile c’era stata una prima apertura del Governo all’ipotesi di scorporare il canone dalla bolletta elettrica, inserita nel 2016, ma la cosa non è andata avanti per paura di non riuscire a recuperare da nessun’altra parte i soldi persi. Potrebbe essere riproposta durante la campagna elettorale attuale? C’è chi lo pensa, anche se non sarebbe un argomento prioritario.