in

Banca Popolare Emilia Romagna: prezzo, previsioni 2022

La Banca Popolare dell’Emilia Romagna conosciuta anche come BPER Banca S.p.a., è un istituto di credito italiano, quotato alla Borsa Italiana nell’indice FTSE MIB.

Il Gruppo, che comprende le conglobate Bibanca e Banco di Sardegna, è al sesto posto per attivo di bilancio e, dopo l’intervento dell’antitrust a proposito dell’acquisto di Ubi Banca da parte di Intesa Sanpaolo, ha inglobato anche diverse filiali di entrambe.

La banca, già Banca Popolare di Modena dal 1867, poi banca popolare dell’Emilia Romagna nel 1983, dal 2016 è diventata una Spa.

Attualmente, l’organizzazione del gruppo prevede sostanzialmente tre settori, tra cui il segmento Privati (bper home banking tramite www.bper.it), il settore Retail, rivolto a ditte individuali e società di persone, il segmento Corporate, che gestisce i servizi rivolti alla Pubblica Amministrazione e le società non finanziarie.

IL settore Finance si occupa della gestione del portafoglio investimenti di BPER mentre la governante del gruppo è affidata al settore Corporate Center.

Il Gruppo ha una capitalizzazione pari a 2,28mld di euro e un margine operativo di 14,4 negli ultimi 12 mesi.

 

Prezzo azioni Bper

Al momento in cui scriviamo, il titolo è scambiato a Piazza Affari a 1,62 euro, in progresso del lo 0,46% rispetto alla settimana scorsa, alla fine della quale ha registrato un guadagno del 3,52%; nel trimestre l’asset ha perso l’11,3%, cicra il 15% su base annua.

La quotazione massima nelle 52 settimane è stata di 2,22 euro, mentre ha toccato il dato minimo a quota 1,24 euro. Il prossimo dividendo, invece, previsto per il 23 maggio, sarà pari a 0,06 euro per ogni azione.

 

Previsioni quotazione Bper 2022

Sul titolo (Bper quotazione), attualmente, la raccomandazione degli analisti è di BUY reduce, con target fissato a 1,69 e stop loss a 1,59; si segnalano anche la prima resistenza a 1,72 e il supporto a 1,48.

Il leggero calo dei volumi non sembrerebbe poter anticipare una immediata variazione del trend  che, nell’immediato è Neutral, ma tende ad un leggero apprezzamento nel medio e lungo periodo, così come parzialmente confermato dall’ultima chiusura, ancora al di sopra della media mobile lenta.

Le previsioni per chi possiede il titolo in portafoglio sono incerte: il titolo stenta a raggiungere il target ma si trova non molto lontano dallo stop; un’inversione di trend in un senso o nell’altro potrebbe avvenire in ogni momento e gli analisti raccomandano di fare attenzione e seguire l’andamento delle quotazione; per chi intendesse aprire nuove posizioni, potrebbe essere saggio attendere dati più precisi dagli indicatori.

In caso contrario, le attuali strategie suggerite fissano un Buy Area a 1,55 con traget a 1,8\2,1 e stop a 1,4, oppure una Buy Up a 2,22 e target a 2,4\2,7 e stop a 2 euro.

La solita raccomandazione per i trader riguarda la situazione politica internazionale: finché non si arriverà, si spera presto, ad un cessate il fuoco, permarrà l’incertezza sui trend in ogni settore che impatterà sulla correttezza delle previsioni.

What do you think?

Conti deposito, quali sono i più sicuri del 2022? Ecco la lista

Mediolanum quotazione: grafico, in tempo reale