in

Investire su poste italiane conviene? Tutte le previsioni 2022

Da anni, ormai, Poste italiane non rappresenta più soltanto un’azienda che si occupa di distribuire lettere e cartoline. L’impresa è riuscita nell’intento di realizzarsi anche come un vero e proprio Istituto di credito. Si possono difatti effettuare investimenti,  aprire un conto corrente o richiedere prestiti.

Poste italiane è, col tempo, divenuta una realtà dalle basi solide a cui rivolgersi nel caso in cui ci si trovi in difficoltà finanziarie. Investire in posta sembra essere, al giorno d’oggi, un affare da non lasciarsi scappare.

La storia dell’ente di credito noto come Poste italiane

Sin dalla nascita dello Stato Italiano, l’innovativo istituto bancario ha rappresentato l’azienda postale principale degli italiani. Fondata nel 1862, inizialmente la società non aveva a nulla a che fare con l’investimento.

A partire dal secondo dopoguerra, l’impresa cambia volto con la creazione di libretti di risparmio postale. Negli anni 90, si giunge alla trasformazione completa in ente pubblico. Attualmente, grazie all’ente, si compiono, di norma, investimenti postali.

Oltre a consentire di investire alle poste, Poste Italiane continua a crescere anche in quello che era il suo settore di lancio, sviluppandosi e inglobando nuovi metodi digitali che possano facilitare i servizi di consegna.

Resta da porsi una domanda, i servizi offerti sono davvero così efficienti? Quanto conviene allora investire soldi in posta, in particolare col supporto di tale azienda?

Investire con poste italiane…conviene?

Secondo quanto riportato nel 2015, con Poste Italiane è stato plausibile realizzare uno dei migliori investimenti, se non il miglior investimento postale nel corso dell’intero anno. Gli ottimi risultati riscontrati sono dovuti all’ampia offerta di eccellenti servizi offerti (gestione patrimoniale ecc) e di egregi prodotti postali proposti (poste italiane prodotti).

L’ottimo rapporto prezzo/utili da cui è contraddistinta la società la rendono proficua a livello di guadagno. Il dividendo azionario elevato e il valore delle azioni che si attesta sui 10,20 euro lo rendono un porto sicuro per tutti coloro che stanno meditando un investimento poste.

Tuttavia, le azioni non riescono a crescere ulteriormente e quindi a spostarsi dal loro valore di circa 10,20 €, ciò può dunque compromettere la crescita della quota azionaria, e quindi la riuscita di poste investimenti.

Inoltre, il suo possesso da parte dello Stato non rappresenta sempre un’ancora ben salda, l’impresa potrebbe infatti risentire di eventuali crisi economiche che lo stesso Stato fronteggia.

Tirando le somme, possiamo, comunque, affermare che azioni come investire i risparmi in posta sono altamente consigliate, soprattutto se l’ente a cui ci si affida è proprio Poste Italiane. Occorre, però, sempre attuare un piano di investimento di media durata, se ci si vuole assicurare di non perderci.

Le previsioni 2022

Poste Italiane si sta mobilitando per rinnovarsi, attraverso l’assunzione di nuovo personale o alla riproposta di prodotti finanziari poste italiane (prodotti bancoposta) di un tempo, come i buoni fruttiferi.

Investire i soldi in posta con tale istituto nel 2022 converrà sicuramente, perché si presenta come competitiva e valida. Non solo si mostra, come sempre, solida a livello di gruppo finanziario, ma espone sul mercato datati ma valevoli prodotti finanziari.

 

 

 

What do you think?

Comprare azioni Brembo conviene? A chi? Analisi, quotazioni

Cambio euro zloty 2022, tutte le previsioni