in

Comprare nuovo o ristrutturare? Le preferenze degli italiani nel 2022

Comprare nuovo o ristrutturare? Un dilemma dell’ultimo anno.

I nuovi standard di efficienza energetica stanno spingendo sempre più italiani a scegliere di ristrutturare la propria casa di proprietà. Questo per avere un immobile più Green e sostenibile e per abbattere soprattutto i costi dell’energia e del gas che sappiamo essere in continuo aumento.

Ma una persona o una famiglia che deve scegliere di comprare casa cosa preferisce? Conviene ristrutturare o comprare nuovo? Vediamo cosa preferiscono gli italiani.

Comprare ristrutturare e vendere: cosa conviene di più

Comprare nuovo o ristrutturare è quindi il dubbio di molti italiani soprattutto in questi ultimi anni di pandemia. Non è, ovviamente, una scelta semplice da fare e bisogna informarsi bene prima di poter prendere la decisione giusta. Ci sono delle caratteristiche da conoscere nei costi da sostenere e nelle condizioni di partenza in cui si trova una casa al momento dell’acquisto.

Queste scelte hanno una base e cioè le condizioni economiche che si hanno in partenza e alle quali ci si deve attenere per capire se conviene comprare casa da ristrutturare o se è meglio comprare una casa nuova.

Di solito il dilemma riguarda proprio i costi da sostenere. Acquistare una casa da ristrutturare è più economico rispetto ad acquistare una casa già finita. Ma bisogna considerare le spese che dovranno essere sostenute durante la ristrutturazione.

Dall’altro lato, acquistare una casa nuova prevede inizialmente una spesa più ingente, però l’immobile potrà essere abitabile da subito ed non ci saranno costi imprevisti.

Bisogna però dire che non c’è una soluzione giusta e una sbagliata. Come abbiamo già detto, bisogna valutare tanti fattori diversi a partire dal proprio budget e dalle proprie esigenze.

Meglio ristrutturare o comprare nuovo

Vediamo prima che cosa significa comprare casa da ristrutturare consigli.

La prima cosa da fare è valutare le tempistiche ed i costi  esclusivamente in base alla propria disponibilità sia in termini di tempo che in termini economici. Bisogna mettere in conto che i lavori di ristrutturazione non sono brevi e non sono economici.

L’immobile dev’essere messo in regola, bisogna in alcuni casi modificare alcuni elementi ed introdurre impianti che la rendano una casa sostenibile ed efficiente.

È possibile, quindi, scegliere tra una casa che deve essere ristrutturata quasi interamente ed una casa invece che ha bisogno solo di una leggera modifica estetica con costi molto contenuti.

Nell’ultimo anno però sono stati previsti bonus statali per chi decide di comprare una casa da ristrutturare. Si tratta di incentivi che hanno spinto gli italiani a preferire una casa da ristrutturare anziché l’acquisto di una casa nuova.

Stiamo parlando del Superbonus 110 per lavori che riguardano l’esterno delle case adibite ad abitazione principale dell’acquirente e per il rifacimento degli impianti. L’Ecobonus che prevede agevolazioni per lavori sugli impianti energetici ed il bonus ristrutturazione che consente una detrazione del 50% sull’intero importo speso per la ristrutturazione dell’immobile e per interventi di restauro.

La creazione di queste agevolazioni statali ha modificato nell’ultimo anno la tendenza delle famiglie a preferire una casa nuova e completa ad una casa in ristrutturazione. Ultimamente infatti molte famiglie italiane hanno deciso di optare per comprare case da ristrutturare utilizzando questi nuovi incentivi statali anziché comprare nuovo.

What do you think?

aiuti imprese

Prestiti aiuti imprese 2022: ecco le misure adottate dal governo

plus 500

Plus 500, cos’è, come funziona, recensioni, guadagni, costi