in

Tempio di Poseidone, Paestum: mappa, storia, ricostruzione, orari

Il Cilento è una meraviglia della natura. Oltre alle spiagge e al mare di Acciaroli, Punta Licosa e di Castellabate c’è anche una sezione più artistica e, a tratti, museale da visitare in quest’area. A Paestum c’è, infatti, il tempio di Nettuno. Risale al 400 prima di Cristo ed è a pochi passi dal museo. Il tempio di Paestum dedicato a Poseidone o Nettuno è un tempio dorico dove un tempo c’erano di Poseidone immagini. Questo tempio Nettuno Paestum presenta tre scalini e sei colonne. Dalla mappa è possibile vedere che si tratta di un edificio con una triplice navata, ben mantenuto. L’altare è stato ricostruito tre secoli dopo.

Tempio di Poseidone Grecia

Gli antichi, come ben sappiamo, amavano dedicare edifici per ingraziarsi le divinità e chiedere loro sostegno. Tra questi, ci sono i templi Atene, in particolare il tempio Poseidone a Capo Sounion Atene. Perché proprio Poseidone? Come è possibile vedere dalle immagini Poseidone attraverso una ricerca su Poseidone, questa divinità è il dio del mare ed essendo la Grecia, costellata da tante isole, quale luogo migliore per ergere una struttura simile se non questa.

A Capo Sunio troviamo questo tempio che ha ispirato il tempio di Nettuno Paestum e altri edifici come quello con le colonne doriche Taranto, che conta 7 volte le colonne di quello di Paestum con un’altezza di sei metri ciascuna. Nel caso di Taranto, l’edificio si è deteriorato e ha 1/4 delle sue colonne degli inizi.

Questo tempio Atene a Cape Sounion merita davvero una visita. Molto probabilmente è stato ideato dallo stesso artefice del Partenone.

Il tempio di Nettuno a Paestum

Anche se si trova all’aperto, considerata la situazione delicata che stiamo attraversando c’è l’obbligo di essere in possesso del Green pass per poter visitare questa struttura. Gli orari per visitare il tempio e il museo limitrofo sono stati resi noti già da ottobre e valgono fino a marzo. Fino al 24 gennaio si potranno acquistare i biglietti e visitare l’area fino alle quattro meno un quarto per poi prolungare di mezz’ora, fino alle 16:15, fino a metà febbraio.

Il sito ufficiale consiglia di acquistare un unico biglietto valido anche per Velia al prezzo di 6 euro fino a febbraio per poi raddoppiare nei mesi restanti, escluso dicembre. Ci sono delle riduzioni per coloro che hanno meno di 26 anni e per le famiglie. Le prenotazioni e gli acquisti possono essere effettuati direttamente in rete collegandosi al sito www.museopaestum.beniculturali.it

Quest’area è stata dichiarata 24 anni fa Patrimonio dell’Unesco. Oltre a quello di Poseidone in questa zona del Cilento ci sono altri due templi, uno dedicato ad Era e l’altro a Cerere.

Scavando nel nostro territorio possiamo far emergere il passato e venire a conoscenza di antiche tradizioni, strutture e culti che per tanti anni si sono susseguiti. Ovviamente, causa calamità naturali, il decorso del tempo, guerre e attività umane gran parte di questi tesori sono andati perduti e siamo fortunati se periodicamente gli archeologici e gli studiosi riescono a rinvenire resti e tracce di antiche civiltà che si sono insediate nel nostro Paese.

What do you think?

Scario

Scario, cosa vedere? Dove si trova? Come si chiamano gli abitanti?

Roscigno vecchia

Roscigno vecchia: come arrivarci e cosa vedere?