Tu sei qui
Home > SPORT > Volley, Paestum a 3 punti dalla serie D: domenica 7 maggio scontro diretto per la promozione nell’ultima di campionato

Volley, Paestum a 3 punti dalla serie D: domenica 7 maggio scontro diretto per la promozione nell’ultima di campionato

Come prevedibile, AICS Paestum ed M.G. Volley Eboli si giocheranno all’ultima giornata di campionato, in uno scontro diretto che si annuncia fin da ora emozionante, l’ultimo posto utile per la promozione in serie D. I tifosi di Paestum non potranno mancare all’atto finale di una stagione che si è rivelata, comunque vada, entusiasmante e ricca di soddisfazioni. L’appuntamento è fissato per domenica 7 maggio, ore 18:30, presso il palazzetto dello sport di Capaccio-Paestum: servirà il supporto di tutti per spingere le giocatrici di mister Alifierakis verso un traguardo che sarebbe ampiamente meritato.


La corsa al terzo posto

Il ventunesimo turno di campionato ha visto nella giornata di sabato 29 aprile Paestum affrontare in trasferta l’ASD Volley Bellizzi, squadra sesta in classifica ed in lotta per il terzo posto fino allo scorso week-end. Il risultato, un pesante 3 a 1 per le padrone di casa, ha rischiato seriamente di compromettere le ambizioni delle pestane: in ragione del regolamento del campionato di prima divisione, secondo il quale in caso di squadre a pari merito prevalga quella con più vittorie, con un successo da 3 punti contro le cugine dell’ASD Poseidon Volley, Eboli  avrebbe guadagnato aritmeticamente la promozione. A nulla, infatti, sarebbe valso lo scontro diretto dell’ultima giornata, in quanto Paestum, anche portando a casa i 3 punti, avrebbe affiancato la M.G. Volley a 43, ma avrebbe avuto una vittoria in meno. Nella giornata di domenica, tuttavia, da Capaccio sono arrivate buone notizie, non senza brividi: la Poseidon, avanti 1 set a 0 e poi sotto 1-2, si è portata avanti 24-21 nel quarto parziale, ma si è fatta annullare ben 4 set point da Eboli, che sul 24-24 e sul 25-25 è stata a due punti dalla matematica serie D, prima di chiudere 27-25. La vittoria per le ebolitane è arrivata comunque al tiebreak, ma non basta per estromettere Paestum, che potrà quindi giocarsi il proprio destino tra le mura amiche. Nella gara conclusiva servirà un 3-0 o un 3-1 contro le dirette rivali della M.G. Volley Eboli per sugellare con la promozione in serie D una stagione da incorniciare.

Bellizzi vs Paestum: la cronaca del match

La pressione gioca un brutto scherzo alle ragazze di mister Alifierakis, che entrano in campo visibilmente contratte. Pur con poca efficacia in attacco e qualche errore di troppo, le pestane riescono a portarsi avanti nelle fasi centrali di parziale. La sempre più convincente Larissa Caliendo, in grado di chiudere un muro vincente e di sporcare altri 7 palloni nel set, permette alla propria squadra di rigiocare diversi contrattacchi e di issarsi fino al 15-19. È in questo momento che le giocatrici ospiti spengono la luce e subiscono un pesantissimo parziale di 10 punti a 0, con il quale Bellizzi bissa il 25-19 finale.

Nella seconda frazione di gioco Paestum continua ad essere molto fallosa ed a giocare sotto il proprio standard, permettendo così alle avversarie di allontanarsi fin da subito nel punteggio. Un timido tentativo di rimonta si intravede solo nelle fasi finali di set, ma le bellizzesi sono brave a rimanere concentrate ed a chiudere 25-21.

Nel parziale successivo, in una sorta di ripetizione della gara di poche domeniche fa in quel di Pastena, Paestum sembra scuotersi ed inizia a ritrovare fiducia in attacco ed al servizio. Vertucci e Proietti trovano due ace provvidenziali, la stessa Alessandra Proietti ed il capitano Barbara D’Alessio, salgono con le percentuali offensive, rispettivamente al 43% e 36% nel set. La fuga nelle prime fasi e quella giusta e viene portata comodamente in porto in 22 minuti: 13-25.

Le pestane sembrano potersi ripetere anche nel set successivo, con un ottima partenza che le vede andare sull’1-5. Tuttavia, come in quello di apertura, il punteggio di 15-19 in loro favore sembra essere indigesto: Bellizzi ritrova energie e convinzione nei propri mezzi, che nelle ultime fasi di gioco erano andate scemando, e con uno sprint finale si porta sul 24-21. Con Gerardina Russo in battuta, Paestum annulla tre match point, poi ne annulla un quarto sul 25-24, ma nulla può sul quinto e capitola 27-25.

Per la squadra di coach Alifierakis la scossa è arrivata troppo tardi, in un match in cui pressioni di classifica e soluzioni tecnico-tattiche delle avversarie hanno messo in seria difficoltà le sue ragazze. L’emblema di una giornata tutt’altro che semplice è rappresentato dai numeri della centrale Barbara D’Alessio. La percentuale realizzativa del capitano, che di media viaggia intorno al 50%, si ferma in questa circostanza al 39%. Sulla bassa pericolosità in attacco sua e delle sue compagne, pesa come un macigno l’ottimo muro eretto da Bellizzi, che in più circostanze ha condizionato le scelte tattiche della palleggiatrice Acampora e le soluzioni offensive delle schiacciatrici.

Il tabellino

#7 D’Alessio (C) 26 pt: 19/49 (39%) in attacco, 2 ace e 5 muri vincenti

#12 Alifierakis 9 pt: 7/33 (21%) in attacco, 2 ace

#2 Acampora 8 pt: 2 ace e 1 muro vincente

#3 Proietti 8 pt: 7/29 (24%) in attacco, 1 ace

#13 Vertucci 6 pt: 4/26 (15%) in attacco, 2 ace

#5 Di Lascio 1 pt: 0/18 in attacco, 1 ace

#10 Caliendo: 1 pt: 1 muro vincente

#8 Russo G.

#10 Starace (L)

#6 Russo M. n.e.

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: