Tu sei qui
Home > SPORT > Occhio alla  30° giornata di Serie A 

Occhio alla  30° giornata di Serie A 

È stato un sabato a forti tinte capitoline data che sia Roma che Lazio sono scese in campo e hanno vinto i loro impegni contro rispettivamente  Empoli e Sassuolo, andiamo un po’ a vedere nel dettaglio

Sabato 1 Aprile ore 18 Sassuolo 1- Lazio 2 (26′ D. Berardi (rig.), 42′ C. Immobile,83’ A. Consigli (autogol))

La formazione di Inzaghi continua a vincere, trovando la quinta vittoria nelle ultime sei partite; Napoli a meno tre e inter distante cinque punti. Il Sassuolo sembra non saper più vincere più tanta confusione in campo e poca lucidità sotto porta, male male! 

Sabato 1 Aprile ore 20.45 Roma 2 – Empoli  0 ((13′, 66′ Dzeko)

Solida vittoria dell’11 di Luciano Spalletti che si porta momentaneamente a meno cinque dalla Juventus capolista. Per l’Empoli invece crisi nera e profonda , attacco inesistente e moltissime perplessità sul valore reale della squadra.

Domenica 2 Aprile ore 12.30 Torino 2 – Udinese 2 (50′ Jankto, 67′ Perica, 70′ Moretti, 79′ Belotti)

Pari e spettacolo all’Olimpico Grande Torino dove la formazione di casa, in rimonta , agguanta l’x contro la formazione di Del Neri apparsa in palla per buona parte della partita. Il Torino si rivela sempre avversario ostico fra le mura amiche ma la sensazione dei tifosi granata e che questo poteva essere un’ annata diversa, peccato!


Domenica 2 Aprile ore 15 

Chievo 1 – Crotone 2 (47′ Ferrari, 57′ Pellissier, 83′ Falcinelli)

Il Crotone coglie tre punti fondamentali per riaprire la corsa salvezza complice un Chievo meno arrembante del solito e la già menzionata crisi nera dell’Empoli, perché non crederci? Maran deve recriminare un’ atteggiamento molle nei suoi tanto e sicuramente non da squadra compatta e organizzata, meglio ripartire e pensare alle prossime sfide

Fiorentina 1 – Bologna 0 (51′ Babacar)

La viola fa suo il derby dell’Appennino e prova a riaffacciarsi in zona Europa League confermando nuovamente la dura legge del Franchi dove finora nessuno è uscito con i tre punti. Donadoni deve fare mea culpa, questo Bologna ormai sembra essersi arreso all’anonimato del suo campionato e alcuni elementi, in primis Destro, sembrano davvero svogliati e fuori concentrazione, serve cambiare marcia!

Genoa 0 – Atalanta 5 (25′ Conti, 32′, 64′, 83′ Gomez, 76′ Caldara)

Non ci sono aggettivi per descrivere questa meravigliosa realtà chiamata Atalanta e quel mago di Gasperini che rifila addirittura cinque ceffoni ad un Genoa davvero impresentabile e indegno di vestire la gloriosa maglia rossoblù.

Palermo 1 – Cagliari 3 (27′ Gonzalez, 47′, 91′ Ionita, 59′ Borriello)

Ennesima occasione persa per il Palermo, ennesima occasione sciupata per fare punti, ennesima occasione mancata per rendere più credibile il sogno salvezza…. Onore al Cagliari che fa una grande partita, giocandosela e prendendosi meritatamente i tre punti al Renzo Barbera.

Pescara 1 – Milan 1 (13′ Aut. Paletta, 41′ Pasalic)

Ma Paletta e Donnarumma che mi combinano? Un Milan troppo brutto per essere vero  e che soffre le ripartenze abbruzzesi , questi ultimi autori di una grandissima prestazione, peccato che la salvezza stia diventando domenica dopo domenica un miraggio. Milan che ha da rammaricarsi per questi 2 punti buttati e che la allontanano dalle zone nobili della classifica, occasione persa!

Amici lettori in attesa del big match fra Napoli e Juventus e del Monday night fra Inter e Sampdoria vi salutiamo con questa sintesi dei risultati di Serie A 

GIUSEPPE MANZO

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: