Tu sei qui
Home > SPORT > OCCHI PUNTATI SULLA SERIE A 29° DI CAMPIONATO

OCCHI PUNTATI SULLA SERIE A 29° DI CAMPIONATO

La giornata di campionato appena conclusa è stata all’insegna della normalità con la vittoria delle prime tre classificate che separano ulteriormente la distanza dalla Lazio bloccata sullo 0-0 in quel di Cagliari. La vicenda che colpisce subito è il rendimento davvero negativo di squadre che a nostro avviso avrebbero potuto fare di più questo anno e ci riferiamo a Fiorentina e Torino nello specifico senza tralasciare Sampdoria e Udinese, che con i loro organici potevano ambire a ben altre posizioni. Partiamo dalla delusione più cocente, ossia il Torino di Sinisa Mihajlovic che dispone di un parco attaccanti di primissimo livello, sfido chiunque a trovarmi una squadra con Ljajic, Iago Falque e Belotti. Colpisce negativamente del Torino il rendimento esterno , estremamente negativo per le ambizioni europee paventate ad inizio anno e che ci fa porre una domanda: Urbano Cairo che intenzioni ha? Vuole investire o vuole accontentarsi della permanenza in A?

Caso non meno grave è quello della Fiorentina del sempre più bistrattato Paulo Sousa, una squadra capace di battere la capolista Juventus ma capace anche di buttare clamorosamente una miriade di punti, anche qui gli interrogativi sono tanti in primis sull’operato della proprietà, rappresentata dai Della Valle, che anno dopo anno non sembrano avere in mente un progetto serio e questo non sta passando inosservato fra i tifosi della viola che vedono andare via i loro beniamini e vedere leso l’orgoglio di una città come Firenze che deve ambire a ben altri traguardi Sousa o non Sousa, Kalinic o non Kalinic!

L’Udinese come capita da tempo si salverà anche in questo campionato , ma i tempi d’oro sembrano svaniti , i tempi di Sanchez , Di Natale e company lontani ricordi nella mente dei sostenitori friulani. I Pozzo ragionano ormai da imprenditori globetrotter, date le acquisizioni di compagini estere, e non sembrano smuoversi da questa convinzione… Il futuro come sarà? Bè ci sembra difficile prevedere una squadra competitiva nei prossimi anni e anzi bisogna sperare che questo rimarrà il livello delle squadre impegnate per non retrocedere altrimenti si rischia eccome!

Ultimo caso analizzato quello della Sampdoria dell’eccentrico Massimo Ferrero indubbiamente un presidente fuori dagli schemi ordinari. La Sampdoria questo anno ha vinto due derby di fila non succedeva da 60 anni ormai! Ma sentimentalismi a parte pensiamo che la Sampdoria debba puntare a tornare nelle zone alte della classifica , puntando sul mix di giovani ed esperti visto questo anno e va assolutamente riconfermato Giampaolo , allenatore capace di rilanciarsi nel grande calcio dopo anni difficili. Presidente ci deve credere una piazza come Genova ha vissuto momenti migliori di questo e deve ambire a tornare la grande Sampdoria vista negli anni scorsi. Un saluto ai nostri amici lettori alla prossima

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: