Tu sei qui
Home > Agropoli > DOVEVA GIOCARE IN C,CAPOZZOLI E’ FINITO PER FARE LA RISERVA IN ECCELLENZA

DOVEVA GIOCARE IN C,CAPOZZOLI E’ FINITO PER FARE LA RISERVA IN ECCELLENZA

capozzoli

Triste crepuscolo per il brutto anatroccolo di Aquara.Si era creato la fama di fantasista che gli aveva consentito di scalare posizioni giustamente elevate fino a quando ha viaggiato,è rimasto umile e ha pensato al calcio.Quando ha mollato il campo è stato spudoratamente veritiero con lui.Il giocatore,in passato richiesto da squadre anche professionistiche, il Monopoli su tutte,dopo essere diventato senior ed aver perso l’etichetta di under non si è migliorato.Il suo rendimento è crollato,non ha avuto più lo spunto per dare alla sua squadra l’input per fare la differenza,per questo è stato una delle cause della retrocessione dell’Agropoli ed è scivolato in panchina anche in eccellenza.Proprio quest’anno,nel suo primo campionato di eccellenza,l’ex fantasista di Aquara si è perduto nelle fatiscenti e imbarazzanti posizioni del campionato.Non fare la differenza in eccellenza ed essere sbattuto in panchina è stata una resa rispetto alle premesse di quando arrivò.Il ragazzo conosce i propri limiti,non ha voglia di allenarsi e pensa al calcio come quella disciplina capace di potergli garantire il divertimento giovanile.Il campo lo usa per fare la partitella sotto casa,fare il capitano,battere le punizioni,i rigori,un modo per distrarsi.In questo lui è stato molto coerente peccato però che anche l’eccellenza a vincere richiede impegno,sacrifici e applicazione.Quelle persone che lo vedono ogni tanto e ne apprezzano lo sporadico spunto lo esaltano.Non ha la continuità però,ne la costanza e paradossalmente,avendo solo 20 minuti nelle gambe,riesce a dare di più quando parte dalla panchina.Ben consapevole di questo sfoga le sue frustrazioni sui social dove posta la sporadica giocata che gli riesce.Quando si arriva a questo vuol dire che si è alla frutta.D’altra parte non si può pretendere che in una squadra nella quale ci sono persone che fanno sacrifici,si allenano duramente, con costanza,rispetto delle regole e uno porta il pallone e si mette a giocare.Non funziona così.Nel corso di questi anni,sempre coccolato e ammirato dal pubblico locale,tutti gli allenatori lo hanno messo in panchina tranne De Cesare e hanno avuto ragione tutti, anche quest’ultimo perchè in eccellenza,il toro di mariconda,pensava che potesse fare la differenza e ha avuto ragione anche l’attuale allenatore che lo ha messo in panchina anche se lo ha fatto troppo tardi.Ora comprendiamo lo stato d’animo suo e del suo entourage ma questo dicono i fatti e coincidono perfettamente con i risultati.Con Capozzoli l’Agropoli non ha vinto campionati,è retrocessa,l’anno in cui è stato allontanato da Santosuosso i delfini si sono salvati e quest’anno appena è stato fatto fuori dal progetto tattico la squadra ha ripreso equilibrio,quadratura e forza.Sergio Vessicchio

Comments

comments

Sergio Vessicchio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: