Tu sei qui
Home > SPORT > L’AGROPOLI VINCE IN ZONA DYBALA,IL MIRABELLA ECLANO ESCE A TESTA ALTA

L’AGROPOLI VINCE IN ZONA DYBALA,IL MIRABELLA ECLANO ESCE A TESTA ALTA

agropoli

Alla fine contavano i tre punti per l’Agropoli agguantati solo nei minuti di recupero su  rigore inesistente.Il Mirabella Eclano meritava il pareggio per effetto di  un primo tempo importante durante il quale ha messo a dura prova il nuovo dispositivo tattico dell’Agropoli il 3-5-2 nel qual forse doveva giocare Maione al posto di Capozzoli in attacco.Invece Olivieri esponeva il ragazzo di Aquara ad una figuraccia,l’ennesima,pur di farlo giocare lo metteva a ridosso della prima punta dove falliva clamorosamente. Capozzoli cerca gli esterni dove solitamente ci sono gli under perchè l’uno contro uno con gli over lo perde sempre.E così si è capito che Capozzoli è riuscito a far cadere nella rete anche questo allenatore che ci è cascato come tutti quanti anche se poi il solo De Cesare non lo ha cacciato come hanno fatto tutti,vedremo Olivieri  come si regolerà.Intanto domenica prossima il problema non si pone è squalificato.Piano piano che passavano i minuti la squadra sul pressing alto degli ospiti riusciva a comprendere il nuovo sistema di gioco, Lo Petrone pescava Bozzi con un sontuoso lancio millimetrico e lo metteva solo davanti al portiere ma l’ex Gelbison ciccava clamorosamente.Successivamente il Mirabella porta pericoli a iosa davanti a Spicuzza che in un paio di circostanze sventa da campione tenendo in partita l’Agropoli.Nel secondo tempo  la formazione ospite faceva una serie di sostituzioni che facevano calare il livello tecnico della squadra,anche la condizione ne risentiva perchè nel primo tempo avevano speso tanto e usciva fuori l’Agropoli con i suoi senatori i quali tenevano alta la concentrazione e davano tono e spessore alla compagine di Olivieri il quale poi butta dentro Maione vicino a Bozzi(questa dovrebbe essere la coppia d’attacco titolare) e Natiello al posto di uno spento D’Attilio il quale non ha disputato una buona partita ma sta entrando  in condizione e Olivieri intelligentemente ci sta lavorando sa che è un giocatore che serve troppo alla squadra.l due innesti danno volume alla compagine locale  che è condizionata da un evanescente Capozzoli la cui presenza condiziona negativamente il gioco.I delfini vanno ripetutamente vicini al goal,uno viene annullato a Iommazzo il quale dopo aver colpito la traversa la butta dentro con la mano e l’arbitro lo ammonisce.Nonostante la grande supremazia dell’Agropoli nella ripresa il gioco non decolla perchè la presenza di Capozzoli porta i giocatori a dare sempre il pallone a lui con l’allenatore avversario che gli ha piazzato sopra un mastino e l’aquarese non l’ha  beccata mai,quando poi una volta riesce ad entrare in area lo stendono e l’arbitro non da il rigore apparso abbastanza evidente.Lo da nei minuti di recupero quando Bozzi entra in area e un avversario gli spinge il pallone in angolo ma per l’arbitro è rigore tra le proteste generali giustificate. A questo punto Capozzoli si prende il pallone per tirarlo ma i senatori che già  sopportano a fatica il fatto che fa il capitano altrimenti fa i capricci lo fanno desistere.Lo convincono che deve togliersi di mezzo. Natiello e Bozzi sicuramente più idonei di Capozzoli,è toccato all’attaccante che ha mandato la palla nell’angolino basso dove il portiere non poteva arrivarci ma poteva toccare anche a Natiello caratterialmente molto freddo.Oltre il goal che da i 3 punti  si evidenzia anche la personalità di una squadra che ormai ha capito qual’è il vero limite.Donato Capozzoli è il limite dell’Agropoli  e questo ormai è sotto gli occhi di tutti.Per lui ormai non c’è più posto in questa squadra,farlo giocare è una forzatura.Il prossimo anno deve assolutamente andare via.Olivieri esordisce in casa con una vittoria, macchiavellica e utilissima.Il tecnico pugliese ha fatto capire che i senatori saranno i protagonisti del finale di stagione e questo rappresenta una garanzia per come sono bravi ed esperti.Poi si può anche non vincere però il tecnico ha capito che vanno messi i migliori.La strada è questa e i risultati arriveranno.Bozzi doect.Sergio Vessicchio

PAGELLA

SPICUZZA 7,ha tenuto i delfini in partita con un doppio intervento nel primo tempo.Risolutivo e sicuro.

DEFOGLIO 8 Il migliore in campo in assoluto. All’inizio sbaglia qualche appoggio ma poi comprende il nuovo modulo e si esalta con spinte decisive e coperture precise.Molto bravo.

IOMMAZZO 5 Nel primo tempo è irritante,non fa niente bene e risulta essere un peso per la squadra,nel secondo tempo gioca meglio quando la squadra è crescituta.

HUTSOL 6,5 Molto attento e decisivo quando si è trattato di andare a chiudere.

GIURA 6 Stessa tenuta di Hutsol,a parte qualche sbavatura.

GUADAGNO 5 Ha giocato con un infortunio che ha costretto l’allenatore a sostituirlo alla fine del primo tempo.

LO PETRONE 7 L’unico che ha retto nel centrocampo con Guadagno infortunato e D’Attilio a mezzo servizio.

BOZZI 7 Si è procurato e segnato il rigore decisivo.Impegno notevole e goal sbagliati ma il giocatore si sta ritrovando.

D’ATTILIO 5 Una giornata storta per lui,voleva strafare,portava il pallone ma Olivieri lo sta recuperando per il finale di stagione.

CAPOZZOLI 6 L’impegno non manca ma punta non può giocare,dietro la punta nemmeno,si mette sull’esterno cercando gli under avversari.E’ il limite dell’Agropoli perchè è un giocatore finito e non avergli fatto tirare il rigore è stato un punto di forza della squadra e dell’allenatore e anche un  di partenza.Gli hanno fatto capire che non si fanno i capricci come fa con la fascia che dovrebbe subito,per rispetto,darla ad altri.

Comments

comments

Sergio Vessicchio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: