Tu sei qui
Home > CILENTO > PALINURO,DROGA,PROSTITUZIONE,SPACCIO NEL CENTRO DI ACCOGLIENZA

PALINURO,DROGA,PROSTITUZIONE,SPACCIO NEL CENTRO DI ACCOGLIENZA

Palinuro-Accoglienza,sensibilità,amore verso il prossimo.Niente di tutto questo., Fiumi di droga, festini a luci rosse e ragazze costrette a prostituirsi per pochi euro. Per lo Stato sono rifugiati in attesa di asilo politico, per i tossicodipendenti della zona sono il punto di rifornimento più importante. Per alcune ragazze africane sono invece un incubo. È la doppia vita di una decina di ospiti del Centro di accoglienza di Palinuro. Arrivano dal Gambia, dal Mali, dal Ghana. Giovanissimi e insospettabili. Vestono alla moda, posseggono telefoni di ultima generazione e dettano le regole agli altri ospiti della struttura.Amano essere rispettati ma anche dimostrare che sono i più forti. Anche economicamente. Le foto, scattate di nascosto all’interno del Centro e pubblicate in esclusiva su “la Città”, sono inequivocabili. Si lasciano immortalare con bottiglie di spumante e con decine di banconote in bella vista. E poi la droga, sempre al loro fianco. Suddivisa in dosi, pronta per essere smerciata; ma anche composizioni di marijuana per beffeggiare le forze dell’ordine. “I love weed”, tradotto in italiano “io amo l’erba”: è una delle scritte realizzate con la droga su un tavolino del Centro e poi fatta girare su un gruppo whazapp creato “ad hoc” dagli spacciatori per mostrare la droga agli acquirenti più fidati. La sostanza stupefacente solitamente viene acquistata dai migranti a Napoli, direttamente nelle piazze di spaccio gestite dalla camorra. Poi viene trasportata nel basso Cilento e rivenduta agli assuntori locali. Ma nell’ultimo periodo, considerati i numerosi arresti effettuati dai carabinieri, per far arrivare la droga a Palinuro hanno iniziato a servirsi anche dei corrieri ufficiali, quelli utilizzati solitamente per inviare dei pacchi. Nascondono la droga in insospettabili confezioni di caffè o di abbigliamento, e spediscono tutto attraverso ignari corrieri. Un escamotage per sfuggire ai controlli, per farla franca.Vincenzo Rubano

Comments

comments

Sergio Vessicchio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: