Tu sei qui
Home > ATTUALITA' > CAPACCIO PAESTUM,IL CONSORZIO DEI LIDI PER UNIFICARE I PREZZI MA E’ POLEMICA PER LE SPIAGGE LIBERE RIDOTTE

CAPACCIO PAESTUM,IL CONSORZIO DEI LIDI PER UNIFICARE I PREZZI MA E’ POLEMICA PER LE SPIAGGE LIBERE RIDOTTE

lidi

Da una parte i lidi si consorziano dall’alta la città penalizzata dalle spiagge che non cii sono più.Forza Italia va all’attacco dell’amministrazione comunale.12, finora, i titolari di lidi sulla costa che hanno ufficialmente aderito al nuovo progetto associativo, con l’obiettivo di fare sistema, creare sinergie lavorative, migliorare l’offerta turistica ed i servizi ai bagnanti, riportare le esigenze e le problematiche del settore in maniera univoca all’Amministrazione comunale e alle istituzioni. I soci hanno eletto quale nuovo presidente del Consorzio il noto ed esperto imprenditore Alberto Pannullo, 73 anni, pioniere degli stabilimenti balneari sul litorale capaccese dal 1963 e titolare del lido California; Achille Paolino ha assunto la carica di vicepresidente, mentre in consiglieri saranno Marco Manna, Filomena Paolino e Katia Pannuto. Via pec sono stati invitati ad aderire tutti gli stabilimenti balneari, questi i 12 lidi che finora hanno sottoscritto la propria adesione, versando una quota associativa annuale pari a 200 euro: California, Delle Sirene, Eden Bleu, Il Pescatore, Fulgor, Mec, Marilena, Internazionale, Cascata, Linora, La Gondola e Cerullo’s, dislocati sulla costa sud nelle località marittime Torre di Paestum, Licinella e Linora.
Questi i primi provvedimenti deliberati: esposizione in bella vista del nuovo simbolo del Consorzio Stabilimenti Balneari di Paestum (nella foto); adozione di un listino prezzi ufficiale, uguale per tutti, per cibi, pasti e bibite al bar; acquisti da fornitori concordati per ottenere maggiori sconti sui quantitativi e di conseguenza prezzi più convenienti per i clienti; creazione di una chat per condividere in tempo reale esigenze e segnalazioni. Per il prossimo anno si punterà ad aumentare il numero di strutture associate: in particolare, s’intende mettere a punto un listino prezzi base per sdraio, lettini, ombrelloni e cabine (con sovrapprezzi calibrati per le strutture con più comfort e servizi), nonché particolari pacchetti con sconti ed agevolazioni per famiglie e bambini.Forza Italia ha previsto iinvece un interrogazione parlamentare per valutare l’opportunità di procedere verso il comune per il taglio netto delle spiagge libere. Una cosa insopportabile per la gente soprattutto per chi un ombrellone costoso non se lo può permettere.Sarà il parlmentare Enzo Casciello a presentare l’interrogazione.

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: