Tu sei qui
Home > ATTUALITA' > CIRIELLI OFFESE GAGLIANO: CONDANNATO

CIRIELLI OFFESE GAGLIANO: CONDANNATO

gagliano

Condannato l’On.le Edmondo Cirielli diffamazione in danno di Salvatore Gagliano (attuale Presidente della FIGC Campania), riconoscendo all’imputato le circostanze attenuanti generiche.

I fatti risalgono all’aprile del 2011, quando l’On.le Cirielli, in occasione della presentazione della lista del “Polo delle Libertà, Principe Arechi” avvenuta presso il Grand Hotel a Salerno , alla presenza di giornalisti e nel corso di un’intervista televisiva, ebbe modo di arrecare offesa al Gagliano, Candidato alla carica di Sindaco a Salerno , con affermazioni riportate successivamente anche dai quotidiani. La piu’ grave di queste fu : Gagliano ha lasciato il PDL dopo che il PDL lo ha sfamato.

Salvatore Gagliano immediatamente considerò eccessive ed offensive le frasi utilizzate ed avviò un’azione giudiziaria in sede penale per vedere riconosciuti i suoi diritti

Stamattina, dopo aver sentito il Senatore Antonio Iannone, ultimo dei tanti testi della difesa del Cirielli ed dopo aver ascoltato i difensori delle parti (avv. Antonio Zecca per Salvatore  Gagliano e l’avv. Marco Salerno per l’On.le Cirielli, il Tribunale nella persona del dr. Antonio Cantillo si è ritirato in camera di consiglio; dopo due ore la sentenza che condanna il Cirielli, quantificando anche i danni arrecati con le affermazioni ritenute offensive, a favore di Salvatore Gagliano, oltre che tutte le spese processuali.

All’emissione della sentenza Gagliano ha dichiarato: Sono soddisfatto dell’esito della sentenza che ha messo fine ad uno sgradevolissimo episodio. Proprio da Cirielli che ben conosce da 30 anni sia me che la mia famiglia, mai mi sarei aspettato considerazioni di questo genere sul mio conto. Cirielli è stato Capitano dei Carabinieri di Amalfi  per vari anni mentre io ero Sindaco di Praiano, e di conseguenza conosce molto bene sia la mia vita e sia il mio modo di interpretare la mia professione di albergatore. E quindi la delusione è stata doppia nel momento  in cui ha rilasciato tali dichiarazioni decisamente offensive . Io avevo l’obbligo di difendere la mia immagine e quella della mia famiglia, abituata a lavorare da sempre, e di conseguenza diventava un obbligo portare all’interno di un tribunale tale  suo comportamento . Per cui questa sentenza ha reso giustizia, eliminando qualsiasi tipo di ombra sulle sue gratuite ed infondate dichiarazioni. Naturalmente devolvero’ ad una associazione salernitana l’importo stabilito dal Presidente Cantillo per il danno da me subito . Finalmente si è chiusa questa sgradevolissima vicenda che non avrei voluto mai vivere. Sento naturalmente il bisogno di ringraziare l’avvocato Antonio Zecca, il quale con grande professionalità e determinazione ha seguito questa vicenda per 8 lunghissimi anni e che ha portato a tale risultato.

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: