Tu sei qui
Home > Agropoli > BASKET Unicusano Virtus Roma – Basket Agropoli: 87-70

BASKET Unicusano Virtus Roma – Basket Agropoli: 87-70

Periodi: 1Q 25-17; 2Q 24-34; 3Q 22-14; 4Q 16-15.

Virtus Roma: Brown 11, Raffa 12, Chessa, Sandri 15, Benetti 6, Landi 19, Maresca 16, Baldasso 6, Vedovato 2, Piccolo, Lentini. Coach: Corbani.

Basket Agropoli: Taylor 10, Langford 11, Turel 5, Santolamazza 11, Romeo 8, Contento 8, Molinaro , Lucarelli 7, Amanti , Carenza 10, Marra. Coach: Finelli.

Arbitri: Nicolini, Vita, Ferretti

Basket Agropoli, trasferta amara nella Capitale


Il Basket Agropoli perde al PalaTiziano 87-70 contro la Virtus Roma e resta fermo a quota 4 in classifica. Partono a razzo i capitolini che firmano un parziale di +8 (10-2), trascinati da un Sandri sugli scudi. Contento prova a scuotere i suoi, ma è ancora la Virtus a colpire e ad infilare i punti del 14-4. Romeo segna dai 6,75 e 2/2 dalla lunetta per Agropoli. Momento positivo per la squadra cilentana che si porta sul -3 (20-17).  Altro allungo nel finale del primo quarto per il team romano che va così al riposo sul 25-17. Riparte forte la squadra di Finelli nel secondo periodo: Carenza segna una tripla, Langford non sbaglia dal pitturato, Contento colpisce dalla lunetta. La gara si porta così sul 27-24. Agropoli prova a sfruttare l’inerzia positiva della partita e trova il pari (31-31). Roma si riprende e torna a far male: Landi e Raffa portano la Virtus sul +12 (44-32). Nel finale del primo tempo, Carenza e Santolamazza segnano i punti del 49-41. Nel terzo periodo, Roma rimette la quinta e trova il il +15 (65-50). Landi, Raffa e Sandri fanno male, mentre l’Agropoli non riesce più a scuotersi. Il terzo periodo va in archivio sul 71-55. L’ultimo periodo si apre con un mini break dei cilentani. Serve a poco però perché la Virtus può gestire un vantaggio rassicurante fino al definitivo 87-70. Ora, per i cilentani la possibilità del riscatto passa domenica prossima dal PalaCilento contro Casale.

Dichiarazioni:
Alex Finelli (coach) – “Complimenti alla Virtus perché oggi ha riversato sul parquet la rabbia e la frustrazione della partita di sette giorni prima allorquando ha giocato  con una minore intensità rispetto a stasera. Stasera hanno giocato una gara molto intensa, sopperendo anche all’assenza importante di Chessa. Ci hanno creato delle difficoltà notevoli nelle nostre giocate d’attacco perché abbiamo sempre trovato una grande fisicità dentro l’area e grande aggressività sul perimetro. Per quanto ci riguarda, ci abbiamo provato in tutti i modi a restare attaccati alla Virtus. Abbiamo però avuto difficoltà a tenere la loro stessa intensità, parlo soprattutto a livello fisico. Abbiamo tentato anche qualche difesa alternativa per cercare di sporcare i loro flussi offensivi, ma non ci siamo riusciti. Ho il rammarico però per il secondo quarto quando siamo rientrati, facendo un grande sforzo, poi vanificato perché abbiamo preso un pesante parziale. Quello è stato il momento chiave e non siamo riusciti in alcun modo a recuperare. Tuttavia, non ci demoralizziamo perché sappiamo quanto è difficile ed equilibrato questo campionato. Rimanere umili dopo una vittoria ed avere la forza di rialzarsi dopo una sconfitta è fondamentale per una squadra come la nostra in questo campionato, per cui da stasera pensiamo già al nostro prossimo avversario”.

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: