Tu sei qui
Home > Agropoli > AGROPOLI, POSSIBILITÀ DI RIPESCAGGIO MOLTO BASSE: ECCO IL PERCHÉ

AGROPOLI, POSSIBILITÀ DI RIPESCAGGIO MOLTO BASSE: ECCO IL PERCHÉ

agropoli

Ad oggi solo cinque squadre sono state ripescate in Serie D: Montebelluna, Jesina, Classe, Anzio e Cannara. Le cinque squadre vanno a sopperire i buchi lasciati da Akragas, Villabiagio, Fondi, Cavese e Imolese (queste ultime due ripescate in Serie C). L’Agropoli risulta essere ottava nella speciale graduatoria dei ripescaggi e, considerate le bocciature di Como e Prato per il ripescaggio in Serie C (che comunque faranno ricorso al Coni), le possibilità di vedere l’Agropoli in Serie D la prossima stagione sono ridotte al lumicino. Se Como e Prato dovessero vincere il ricorso e quindi accedere in Serie C, le prossime ad essere ripescate nel massimo campionato dilettantistico sarebbero Varesina e Villafranca Veronese. Sarebbe quindi bastato il settimo posto all’Agropoli per poter credere fortemente nel ripescaggio dato che sia Como che Prato hanno molte chance di vincere i rispettivi ricorsi: la prima perché pur non avendo presentato la fideiussione ha comunque effettuato un bonifico di ben 650.000 euro (che in caso di mancato accoglimento del ricorso andrebbero persi), la seconda dovrebbe risolvere una questione inerente all’inutilizzabilità dello stadio. Dunque, per essere ripescata in Serie D l’Agropoli dovrà prima sperare nelle vittorie dei ricorsi di Como e Prato e successivamente augurarsi che la Lega Pro provveda a ripescare altre squadre come Messina o Troina le quali avrebbero i mezzi e le risorse per disputare la Serie C pur non essendo presenti nella graduatoria dei ripescaggi. Negli ultimi giorni sono state inoltre diffuse teorie sui ripescaggi non conformi alla verità: è vero che i posti liberi tra Serie B e Serie D sono circa 10, il problema è che i paletti messi dalla Lega per i ripescaggi dalla D alla C costituiscono un problema per molte squadre, basti pensare che l’Imolese ha ottenuto il ripescaggio grazie alle rinunce di diverse squadre che la precedevano e che non avevano le risorse economiche e strutturali conformi al campionato professionistico di Serie C. Insomma, possiamo dire che l’Agropoli rischia seriamente di essere beffata anche questa estate dopo la stremante e inutile attesa del ripescaggio in Serie D dopo la retrocessione dello scorso anno. Analizzando le squadre già ripescate notiamo un fatto molto particolare: il Montebelluna è stata la prima squadra a riavere la Serie D forte dei suoi 42,5 punti eppure la scorsa stagione è retrocessa in Eccellenza senza disputare i playout proprio come avvenne per l’Agropoli al termine della stagione 2016/17. Francesco Nettuno

Comments

comments

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: